25 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 24 Novembre 2020 alle 10:03:37

foto di Petruzzelli, le emozioni sono online
Petruzzelli, le emozioni sono online

BARI – Due artisti. Due esseri umani. Gli unici, in uno spazio vuoto e sterile. Uno scenario lunare. Con loro, due oggetti inanimati: un violino ed un pianoforte. E così si rinnova un rito antico. Nonostante tutto. Anche quando là fuori c’è la pandemia, ed il mondo – tutto il mondo – affronta le sue paure più grandi. È stato emozionante, e non solo per le straordinarie capacità dei musicisti Julian Rachlin (violino) e Johann Pirto (pianoforte), l’evento della Stagione Concertistica 2020 al teatro Petruzzelli di Bari.

Luogo iconico della cultura pugliese, il Petruzzelli ha aperto le sue porte grazie allo streaming: il Sovrintendente, Massimo Biscardi, d’intesa con il Presidente della Fondazione Teatro Petruzzelli e Sindaco di Bari Antonio Decaro, ha deciso che – in osservanza del Dpcm firmato il 25 ottobre – essendo “sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali” gli appuntamenti della Stagione in programma saranno trasmessi in streaming sulla pagina web istituzionale della Fondazione, e contemporaneamente sulla piattaforma Facebook. Dato che le misure per il contenimento della pandemia adottate dal Governo non prevedono il fermo delle attività, la Fondazione per la durata del Dpcm intende offrire a tutta la cittadinanza, a titolo gratuito, i concerti della Stagione 2020 – che vengono confermati – al fine di offrire un servizio alla comunità in questo particolare momento di difficoltà e consentire alle proprie maestranze la prosecuzione delle attività di formazione e mantenimento dei livelli artistici, di studio e produttivi.

Foto di Petruzzelli, le emozioni sono online
Petruzzelli, le emozioni sono online

“Certamente lo streaming non potrà sostituire l’emozione e la partecipazione che i concerti dal vivo offrono” ha dichiarato Biscardi “ma è il segno che la Fondazione si impegna, anche in questo momento difficile, a essere presente nella case del suo pubblico con la qualità delle esecuzioni dei propri musicisti e di grandi direttori d’orchestra e solisti di concerto che continueranno a calcare il palcoscenico del Teatro Petruzzelli”. Il linguaggio universale della musica, quindi, capace di arrivare ovunque, e comunque: Bari, Taranto, New York, Tokio, nessun confine, nessuna barriera, nessun muro. Certo, ‘andare a teatro’ è cosa diversa; ma lo schermo di un computer può diventare meno freddo, in questi strani giorni. E ascoltando quel violino e quel piano vengono in mente, per contrappasso, Viggo Mortensen e Charlize Theron a teatro in una scena di The Road, film tratto dal romanzo-capolavoro di Cormac McCharty. Il primo concerto trasmesso in streaming lunedì 26 ottobre, e disponibile sul canale YouTube della Fondazione Petruzzelli, è stato proprio quello di Rachlin e Pirto, il cui programma beethoveniano ha proposto la Sonata n. 7 in do minore per violino e pianoforte, op. 30 n, 2 e la Sonata n. 9 in La maggiore, per violino e pianoforte, op. 47 “A Kreutzer”. Gli altri appuntamenti in programma sono quelli con il Quartetto di Cremona in programma il 12 novembre e l’Artemis Quartett del 17 novembre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche