23 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 23 Novembre 2020 alle 17:16:06

Cronaca News

La protesta in piazza a Taranto, la contestazione negazionista

foto di Piazza Immacolata a Taranto
Piazza Immacolata a Taranto

Quella che doveva essere una legittima manifestazione contro i provvedimenti restrittivi del governo ha impiegato ben poco a risolversi in una adunata negazionista, che ha toccato il suo punto di massimo delirio con l’intervento del medico Pasquale Bacco: «Questo virus non ha ucciso nessuno, è una grande invenzione, le mascherine non servono a un c…». Un intervento nutrito anche di invettive contro gli stessi medici e le forze dell’ordine.

Tutti i particolari nell’edizione di oggi di Taranto Buonasera in distribuzione fin dal mattino. Per leggere subito online basta abbonarsi ad un prezzo lancio.

2 Commenti
  1. Alessandro 4 settimane ago
    Reply

    Ok e la manifestazione é stata solo questo? Solo una persona ha parlato sul palco? E tutte le altre categorie che hanno espresso i loro dubbi su come tireranno a campare?

    Una sola persona che ha parlato 5 minuti non rappresenta buona manifestazione durata 2 ore, nel rispetto della legge e con argomentazioni più che legittime circa il nostro futuro.

    Fate informazione SERIA non copiare dai titoli di Facebook per attirare l’attenzione. Perché se questa città va allo scatafascio é anche colpa di giornali che la rappresentano, ma che dicono solo parte dell’informazione.

    Ieri si é parlato di diritti violati: diritto al lavoro, diritto allo studio, e il diritto alla dignità che viene tolta ogni volta che la gente non può alzare la saracinesca e deve sottostare all’elemosina dello stato.

    Non era assolutamente una manifestazione negazionista era una manifestazione dove chiunque ha espresso i propri dubbi sulla situazione che stiamo vivendo. E come sempre può accadere chiunque sbaglia….

    Anche il nostro “amatissimo” Conte, che come hanno detto alcuni rappresentanti delle palestre anziché fare la ramanzina a chi non ha rispettato le regole e minacciare la chiusura, avesse fatto le multe. Perché sembrerebbe proprio che chi investe é il gesso, tanto finiscono tutti nel calderone, ho lo ha fatto e chi no.

    L’informazione dovrebbe essere completa non faziosa. Sveglia TARANTO !

  2. MARIA LUIGIA VASCIAVEO 3 settimane ago
    Reply

    VVeramente deprovevole!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche