01 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Agosto 2021 alle 18:52:00

News Provincia di Taranto

Assenze ingiustificate a Martina Franca, Consigliere rischia di uscire dall’assise

Il Palazzo Ducale di Martina Franca
Il Palazzo Ducale di Martina Franca

MARTINA FRANCA – Il consigliere comunale dell’opposizione Pino Pulito rischia di uscire dalla massima assise cittadina per assenze ritenute ingiustificate. Nei suoi confronti il presidente del Consiglio comunale Donato Bufano ha avviato il procedimento di decadenza su richiesta del gruppo consiliare di Italia viva formato da Vincenzo Angelini (ex capogruppo ed ex segretario cittadino del Pd) e Marianna Maggi. La richiesta di decadenza, presentata nei mesi scorsi da Italia viva, riguarda tre consiglieri comunali, oltre Pulito, anche Giacomo Conserva, neo eletto consigliere regionale e Mauro Bello.

Il segretario generale ha ritenuto illegittimo l’avvio del procedimento nei confronti di tutti e tre i consiglieri. Mentre il presidente del Consiglio Bufano, alla luce di quanto stabilito dallo Statuto comunale sulla decadenza dalla carica “per tre assenze consecutive senza giustificato motivo”, l’ha ritenuta fondata soltanto nei confronti di Pulito. Secondo Bufano, la richiesta è legittima in considerazione delle assenze definite nel provvedimento “ininterrotte” e “prive di apprezzabili elementi giustificativi dal 15 maggio ad oggi”. Pulito, candidato sindaco nel 2017 per una parte del centrodestra, ha a disposizione 20 giorni dalla notifica della comunicazione per confutare la tesi della decadenza facendo valere le sue ragioni. Sulla vicenda, comunque si esprimerà il Consiglio comunale che valuterà le motivazioni alla base della richiesta e le argomentazioni di Pulito. Pulito, dal canto suo, contattato telefonicamente, ha spiegato di aver puntualmente giustificato le sue assenze: “Ritengo di aver sempre giustificato le mie assenze dovute, ci tengo a precisarlo, a motivi fondati legati a questioni familiari di particolare importanza e gravità. Se ciò non è stato ritenuto sufficiente vuol dire che fornirò ulteriori giustificazioni.

Poi valuterà e deciderà il Consiglio comunale, come avviene in questi casi”. Qualora il Consiglio dovesse accogliere la richiesta e dichiarare decaduto Pulito, l’opposizione perderebbe un componente e lo guadagnerebbe lo schieramento di maggioranza. Perché occorre tener conto che al suo posto entrerebbe in Consiglio Antonella Scialpi che nel 2017 era candidata nella lista di Forza Italia (prima dei non eletti) ma in occasione delle ultime elezioni regionali è stata candidata nelle liste di Italia Viva; il partito di Renzi porterebbe a tre i suoi rappresentanti in seno al Consiglio. Ciò potrebbe costituire l’occasione per consentire a Italia Viva di tornare alla carica per ottenere un rappresentante in Giunta. Una richiesta in tal senso, infatti, era già stata avanzata dopo le elezioni regionali ma, a quanto pare, non era approdata a nulla di concreto. Quella richiesta, dunque, potrebbe riprendere quota ma soltanto se il Consiglio accoglierà la richiesta di decadenza. Intanto rimane appesa a molti condizionali e al momento è soltanto un’ipotesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche