14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 08:15:36

News Spettacolo

Musica, Rino Santaniello e l’arte del “mashup”

foto di Rino Santaniello
Rino Santaniello

Questa settimana voglio parlarvi di un disc jockey conosciuto un po’ in tutta Italia, ma molto poco nella nostra città. Nel mondo del calcio, Taranto ha sfornato fior di calciatori, ma pochissimi hanno raggiunto obiettivi prestigiosi: così è accaduto anche nel mondo della musica. Parlo del giovanissimo tarantino Rino santaniello, classe ‘82. La sua specialità è il “mashup”, ovvero l’arte di mescolare due brani diversi, realizzandone uno solo contenente entrambi, facendolo però sembrare una track originale. Rino è stato presente con oltre cinquanta mashup diversi nelle principali radio italiane tra le quali Radio Deejay, Radio M2O, Radio Italia solo musica Italiana, Radio 105, Radio One Dance e Radio Norba.

È stato, inoltre, vincitore per tre volte del contest “Mashup in the box”, organizzato da Dj Mag Italia, in onda su Radio M2O. Col suo remix di “Daft punk – Get lucky”, poi, è stato anche presente nelle classifiche ufficiali di Radio M2O, di Radio Norba e su M2O TV. Voglio aggiungere, avendolo personalmente conosciuto, che è dotato di un gusto musicale fuori dal comune e di spiccate doti tecniche che lo proietterebbero in una posizione privilegiata agli occhi di quei locali in cerca del proprio music maker. Forse, però, a causa del suo carattere schivo, modesto, poco lamentoso, umile ma mai sottomesso – tipico di chi è certo e sicuro dei propri mezzi – non è stato tenuto in considerazione quanto, a mio avviso, meritasse. Anche a lui chiedo quale idea si sia fatta del panorama musicale italiano. «Penso che siano tanti gli artisti e i produttori molto validi – risponde Rino – ma credo che vi sia una sostanziale differenza tra i produttori italiani attuali e quelli degli anni ‘90: allora la nostra dance dettava o9vunque legge e veniva emulata dai dee jay stranieri e da quelli internazionali.

Oggi, invece, accade purtroppo esattamente l’opposto. Comunque vedo un forte ritorno alle sonorità dance ‘90, sia pure con nuove produzioni e questo non può che farmi enormemente piacere dal momento in cui ho molto a cuore quel decennio così “propizio” per la dance made in Italy». Quale consiglio ti senti di dare a quanti iniziano a cimentarsi alla consolle e coltivano il desiderio di diventare dei dee jay? «Quello che posso consigliare a chiunque voglia fare il dee jay oppure si avvicini alla consolle – risponde Santaniello dopo un attimo di esitazione – è l’umiltà, la voglia di imparare sempre e l’entusiasmo per quello che si fa, vero motore della nostra arte. Una volta – racconta – ebbi la fortuna di parlare con Dj Molella negli studi di Radio M2O. Gli domandai in modo molto spontaneo come mai un dj del suo calibro fosse così umile: mi rispose che il successo non fa che amplificare ciò che siamo noi in realtà». Questo mi dà l’assist per dirgli: «allora il dj non si fa, ma lo si è?» Mi risponde: «Certo. Hai ragione. L’impegno e l’applicazione migliorano le performance e le esibizioni, ma l’ingrediente più importante per essere un vero dee jay risiede nelle profondità della nostra anima ed è custodito nel nostro cuore». Naturalmente anche in questo caso, nonostante qualche mia piccola provocazione, nessuna polemica o reazione da parte sua circa i locali della nostra città. Argomento, anzi, che ha dribblato con molta abilità. Siamo ai saluti conclusivi non privi di manifestazioni d’affetto e di attestazioni di stima reciproca, ma prima di lasciarlo gli chiedo le sue tracce preferite. «Le tracce che ho scelto – dice – rappresentano per me dei momenti significativi del mio percorso da dee jay sia nelle serate, che nelle mie puntate radiofoniche nazionali». Eccole:

01) Soul II Soul – Keep On Movin’,
02) Depeche Mode – It’s No Good Innocence;
03) Let’s Push It Frankie Knuckles;
04) Your Love 5am – Heaven (Movers & Shakers Mix);
05) Everything But The Girl – Missing (Todd Terry Remix);
06) Lisa Stansfield vs The Dirty Rotten Scoundrels;
07) People Hold On (The Bootleg Mixes);
08) Robin S. – Show me Love (Stonebridge Club Mix) Adele;
09) Rolling in The Deep Daft Punk – Get Lucky

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche