17 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Maggio 2021 alle 17:53:40

Cultura News

“Pietre di città”: il Cqv ricorda i Caduti tarantini

foto de il monumento ai Caduti compie 90 anni
Il monumento ai Caduti compie 90 anni

Oggi, 4 novembre, Giornata dell’Unità nazionale e delle forze Armate, sarà celebrato solo con l’omaggio ai Caduti delle sole rappresentanze istituzionali. L’emergenza sanitaria per Covid-19 che coinvolge tutto il mondo e le conseguenti disposizioni del Governo per arrestare i contagi non consentiranno, infatti, così come è accaduto negli anni precedenti, la partecipazione degli studenti e dei cittadini davanti ai vari monumenti e, in particolare a Taranto, davanti al prestigioso Monumento ai Caduti, opera dello scultore tarantino Francesco Paolo Como, inaugurato il 4 novembre 1930 alla presenza del Re Vittorio Emanuele III e della consorte, Elena.

Il CQV, Comitato per la Qualità della Vita, nell’ambito del progetto “Pietre di città”, oggi “ricorderà” i Caduti tarantini – e non solo – della Grande Guerra, sottoponendo all’attenzione degli studenti, come contributo alla lezione di storia che terranno i docenti, la ricerca dell’amm. Claudio Confessore sui Caduti tarantini. Alle ore 18,30, inoltre, nel Santuario SS Crocifisso, il parroco don Andrea Mortato celebrerà la Santa Messa. A seguire, è prevista la consegna delle pergamene ai familiari di Giovanna Laterza Gennarini, Michele Pulpito,Gianni Rotondo, Anna Maria Lavegas Gabellone, Saverio Fornaro, Pietro Chirichigno, Enzo Valli, Gortano Gortan,Ciro Quaranta, Tommaso De Luca, Luciano Sardiello, Eduardo Costa, Teddy Iarussi, Sandro Petrone, Eugenia Colasanti Cusumano, liliana Pasquali, Paolo Aquaro, Vitantonio Ruzzo, Ornella Sapio, Franco Loiacono, Anna Inversi, Paolo Pittacco, Lucia Bongermino, Luciana Caramia, Mariolina De Fano, Pasquale Musio, Isa Falbo, Pasquale Lanzo, Ettore Toscano,Francesco Lupo, Pietro Valente, Suor Miriam, Salvatore Donvito, Francesco Dell’Erba, Nicola Rana, padre Claudio Mantovani, Sandro Esposito, Giuseppina Nestore, Francesco Corona, Raffaele De Cataldis, Guido Raffaelli, Giovanni Angiulli. Sarà anche l’occasione per auspicare, da parte del Comune di Taranto, l’attuazione di alcuni progetti, tra cui quello di trasformare San Brunone in un cimitero monumentale e l’istituzione del Giardino dei giusti, presso la Discesa Vasto, da inaugurare il 6 marzo 2021, Giornata Nazionale ed Europea dei Giusti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche