08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 07 Maggio 2021 alle 18:28:42

Cronaca News

Rifiuti fuori dall’orario previsto, a Taranto fioccano le multe

La tessera per la raccolta differenziata
La tessera per la raccolta differenziata

Fioccano le multe per chi non rispetta le regole del corretto conferimento. In particolare nelle ultime ore sono state elevate quattro sanzioni a quattro cittadini sorpresi dai vigili ecologici dell’Amiu a conferire rifiuti “fuori dalle fasce orarie consentite”.

Ogni verbale ammonta a 50 euro, secondo quanto previsto dalla normativa vigente. «Il presidio del territorio diventa più stringente da parte dei vigili ecologici, sempre più impegnati per le strade della città a vigilare sul rispetto delle disposizioni in materia di conferimento di rifiuti e non solo – spiegano dall’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti in città – Il prezioso lavoro dei vigili ecologici è legato però anche alla sensibilizzazione dei cittadini, e solo in ultima istanza al sanzionamento».

«L’azienda, su questo punto, sta guardando verso una nuova prospettiva, che è quella della premialità per i cittadini virtuosi, per fortuna la maggioranza, attraverso sistemi di sgravi fiscali sui corrispettivi Tari dell’anno successivo a quello di esercizio». Come già annunciato, infatti, la tolleranza sarà zero, anche sul piano della raccolta differenziata e dell’abbandono di ingombranti. «Con il posizionamento delle nuove videotrappole mobili arriveranno risultati importanti, perché l’obiettivo è fermare un fenomeno ancora troppo diffuso». «Questi quattro verbali in poche ore – ha dichiarato il presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli – sono la prova che la musica sta cambiando, così come richiesto dal sindaco Rinaldo Melucci: quindi più controlli e più sanzioni per chi non rispetta le regole, non possiamo più consentire che ognuno faccia di testa propria. L’installazione delle videotrappole, inoltre, sarà un prezioso supporto per individuare e sanzionare chi abbandona rifiuti e ingombranti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche