18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

foto di Compagnia La Cricca
Compagnia La Cricca

– La 1^ edizione del Festival del Teatro dialettale “ALFREDO MAJORANO”, voluto dall’Amministrazione Comunale di Taranto e organizzato in collaborazione con F.I.T.A. Puglia (Federazione Italiana Teatro Amatori), Teatro Pubblico Pugliese, Teatro Fusco e la Compagnia Teatrale Lino Conte, svoltosi regolarmente al Teatro Comunale Fusco dal 16 gennaio al 4 marzo, a causa del COVID e del lockdown, non ha avuto la possibilità di tenere la cerimonia di premiazione. Considerata la permanenza dell’emergenza sanitaria, che rende ancora impossibile ogni tipo di attività, l’organizzazione ha deciso di comunicare, comunque, quanto deciso dalla Giuria del Premio.

Il Festival, dedicato alle compagnie amatoriali del teatro dialettale di Taranto, ha suscitato grande interesse sia nel pubblico che nella stampa, tanto vero che alcune testate tarantine hanno voluto assegnare un premio, appunto il Premio Stampa, deciso dai giornalisti nominati dai direttori delle stesse testate e che hanno fatto parte della Giuria. Il Comune di Taranto, attraverso l’assessore alla Cultura Fabiano Marti, si è detto soddisfatto della riuscita della manifestazione, che ha visto coinvolte diverse compagnie che operano nel settore del teatro dialettale, anche se soltanto cinque sono state le finaliste. «Una esperienza emozionante – ha aggiunto l’assessore – che certamente merita attenzione e continuità per il valore culturale che attraverso il teatro abbiamo voluto dare e omaggiare la nostra Taranto. Per questo ringrazio a nome dell’Amministrazione Melucci tutte le compagnie che hanno partecipato e il pubblico che numerosissimo ha presenziato e mi dispiace che a causa di questa situazione non si è potuto realizzare il Festival del teatro in lingua “Premio Città di Taranto”, ma ne riparleremo quando torneremo alla normalità». Il direttore del teatro Fusco, Michelangelo Busco, a nome anche del Teatro Pubblico Pugliese, ha ringraziato le compagnie per l’impegno professionale dimostrato, aggiungendo che è stata una esperienza interessante che ha esaltato i valori e le radici della cultura tarantina. La Presidente della FITA Regione Puglia, Annamaria Carella e Lino Conte, quali organizzatori operativi, hanno ringraziato l’Amministrazione Comunale, il sindaco Rinaldo Melucci e l’assessore Marti per l’attenzione rivolta ad un progetto che è risultato vincente sia dal punto di vista organizzativo che culturale. Un ringraziamento, l’organizzazione, lo ha rivolto alla Giuria, che ha lavorato con grande attenzione, assegnando i vari premi con le dovute e attente motivazioni. Questi i nomi: Lino Conte, Aldo Salamino, Alfengo Carducci, Albarosa Gigantesco, Francesco Donvito, Cristina Chirizzi, Palma Esposito. Per la stampa: Angelo Diofano per TarantoBuonasera e Corriere di Taranto; Marina Luzzi per Radio Cittadella. Ecco l’elenco dei premiati:

Primo premio per il miglior spettacolo in assoluto alla Compagnia Teatrale La Cricca con: “Alla ricerca di Evelin ovvero ce ne sape Magnine d’u fiasche de l’olije” di Aldo L’Imperio

Premio della stampa alla Compagnia Teatrale La Cricca, per la commedia “Alla ricerca di Evelin ovvero Ce ne sape Magnine d’ù fiasche de l’olije”

Miglior testo in assoluto a “Il tramonto dell’isola” di Luigi D’Andria – Compagnia Spazio teatro.

Migliore regia ad Aldo L’imperio della Compagnia teatrale La Cricca per “Alla ricerca di Evelin ovvero Cè ne sàpe Magnìne d’ù fiasche de l’olije”.

Migliore attore protagonista ex aequo a Domenico Ferrulli della Compagnia La Cricca per l’interpretazione di Raffaele Magnini in “Alla ricerca di Evelin ovvero Ce ne sape Magnine d’ù fiasche de l’olije”.

Migliore attore protagonista ex aequo a Bruno Peluso della Compagnia La Rotaia per l’interpretazione di Don Donato Provvidenza in “Don Donato Provvidenza, lasse fà a’ Madonne”.

Migliore attrice protagonista ex aequo ad Anna Cofano della Compagnia La Cricca per l’interpretazione di Lina in “Alla ricerca di Evelin ovvero Ce ne sape Magnine d’ù fiasche de l’olije.

Migliore attrice protagonista ex aequo ad Anna Maria Cristofaro della Compagnia Spazio Teatro per l’interpretazione di Mamma Angiuline in “Il tramonto dell’Isola”.

Migliore attore caratterista ex aequo a: Umberto Marseglia della compagnia La rotaia per l’interpretazione del sacrestano nella commedia “Don Donato provvidenza – lasse fa ‘a madonne”.

Migliore attore caratterista ex aequo a: Dino Spadaro della compagnia Spazio Teatro per l’interpretazione nel doppio ruolo de: il dottor Cordaro e Celluzze il pescatore nella commedia “Il tramonto dell’isola”.

Migliore attrice caratterista: Caterina Pendinelli della compagnia La Rotaia per l’interpretazione della perpetua nella commedia “Don Donato Provvidenza – lasse fa ‘a Madonne”.

Premio per la comicità a Nicola Risolvo della compagnia Le panarijdde per l’interpretazione di Peppino, nella commedia “Il procamorti”.

Migliore attore non protagonista ad Andrea Ricchiuto della compagnia La Rotaia per l’interpretazione dell’avvocato in “Don Donato Provvidenza – lasse fà a’ Madonne”.

Migliore attrice non protagonista a Teresa Ligorio della compagnia Le panarijdde per l’interpretazione della Signora Purgatorio nella commedia “Il procamorti”

Premio per l’originalità del testo ex aequo a: Gianfranco Carriglio per la commedia “Don Donato provvidenza – lasse fa ‘a madonne”

Premio per l’originalita’ del testo ex aequo – a: nicola risolvo per la commedia “Il procamorti”.

Premio Fita giovani alla compagnia Spazio Teatro per la commedia “Il tramonto dell’isola”.

Premio migliore scenografia a “Il tramonto dell’isola” della compagnia Spazio Teatro. Premio speciale dell’organizzazione – fuori concorso:

“Premio toto’ per la comicità” a Damiano solito della compagnia I Commedianti.

Attestato di partecipazione alla compagnia I Commedianti con la commedia “‘A seconda culonna vingende”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche