19 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Settembre 2021 alle 22:47:00

Cronaca News

Intervento chirurgico su una 92enne positiva al Covid

Ospedale Giannuzzi di Manduria
Ospedale Giannuzzi di Manduria

Un delicato intervento chirurgico di endoprotesi è stato eseguito con successo presso il reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale “Giannuzzi” di Manduria, su una paziente positiva al Covid. La donna, una 92enne con diagnosi di frattura al collo del femore sinistro e risultata positiva al tampone oro-faringeo per CovSars-2, è stata accettata presso il Pronto Soccorso della struttura sanitaria Mater Dei di Bari lo scorso 30 novembre, ma trasferita il giorno successivo presso il presidio di Manduria per indisponibilità di posti letto in Asl Bari.

L’intervento chirurgico, eseguito dal dottor Aldo Casto, direttore del reparto di Ortopedia dell’ospedale “Giannuzzi”, e dalla sua equipe, è stato eseguito grazie alla collaborazione sinergica tra i medici anestesisti, i cardiologi, gli operatori del reparto di Medicina Semi-intensiva e tutto il personale infermieristico e ausiliario. Nonostante la positività al Covid-19 e l’avanzata età della paziente, l’intervento si è svolto entro le 48 ore dal ricovero, come da protocollo. In casi particolari, infatti, non è sempre possibile effettuare l’intervento chirurgico in quanto è necessario valutare se i rischi siano superiori ai benefici attesi. I pazienti anziani definiti “fragili”, con co-morbilità multiple ad alto rischio di mortalità correlata al Covid-19, lo sono ancor di più in considerazione dell’evento fratturativo e della conseguente inabilità. La paziente è costantemente monitorata e ha ripreso regolarmente i pasti, pertanto il decorso post-operatorio può essere considerato regolare, a riprova dell’ottimo lavoro svolto dal personale sanitario tutto.

Anche in piena emergenza pandemica, le fratture del femore e dell’anca rappresentano una priorità chirurgica da garantire con i migliori percorsi assistenziali. “I migliori auguri alla paziente per un ottimale decorso post-operatorio e ripresa e un plauso all’equipe medica che si è occupata del caso”, dichiara Stefano Rossi, direttore generale di Asl Taranto. “Nell’emergenza sanitaria in corso, questo è un messaggio di ottimismo e di conferma della garanzia delle cure mediche offerte dalla sanità jonica”. Stefania Gallone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche