Attualità

Inizia la maratona dei negozi

Da domenica aperture non stop, ma col solito problema parcheggi


TARANTO – Inizia la maratona di Natale, ma con il solito problema dei parcheggi. Negozi pronti ad inaugurare la non stop di aperture, ma anche quest’anno dal Comune “la strenna” non è arrivata.
Così Confcommercio: “Domenica prossima a Taranto inizia la lunga maratona di dicembre; per l’intero mese infatti i negozi resteranno aperti anche la domenica per facilitare gli acquisti di Natale. Una consuetudine che si rinnova ormai da anni e che è  entrata a far parte del calendario cittadino”. Non solo.


“Dicembre rappresenta un’occasione per movimentare la città e per dare una scossa al commercio urbano dopo i due mesi autunnali solitamente cadenzati, da diversi anni, da un andamento  quasi sempre piuttosto lento, purtroppo drammaticamente confermato quest’anno. E’ questa la ragione per la quale, malgrado la esiguità delle risorse pubbliche destinate all’allestimento natalizio delle vie della città, ci si sta tanto impegnando per cercare di rendere più accoglienti e colorate le strade del commercio. Un impegno che vedrà scendere direttamente in campo i commercianti che si autotasseranno, malgrado per alcuni ciò rappresenti un grosso sacrifico, per il momento particolarmente critico”. In queste ore le tre Delegazioni di quartiere e le Associazioni di via, promosse da Confcommercio, stanno infatti lavorando in un veloce porta a porta contro il tempo,  per definire le iniziative e per assicurare la copertura finanziaria degli interventi che si andranno a realizzare.  
L’attesa da parte dei commercianti quest’anno è particolarmente elevata: “le aspettative sono tutte concentrate sui quattro week-end di dicembre. Naturalmente, occorre che l’impegno dei commercianti e il sacrificio dei dipendenti che lasceranno per tutto il mese affetti e famiglie,  sia compensato da politiche di gestione dei servizi pubblici adeguate a sostenere le funzioni cittadine e ad assicurare  un’immagine della città di efficienza e qualità”.
Quindi l’affondo dell’associazione: “La qualità degli spazi urbani dipende in buona parte dal livello dei servizi pubblici: l’illuminazione stradale, la raccolta rifiuti, i parcheggi, i trasporti pubblici, il controllo del territorio, la sicurezza. Problematiche che da sempre rappresentano il nodo di un confronto complesso con la Pubblica Amministrazione, difficile e mai giunto a risposte compiute”. In primo piano c’è la questione dei parcheggi: “continua ad essere la grande incompiuta di questa città! Un confronto che va avanti da anni, incapace di giungere a soluzioni vere, concrete, strutturali, malgrado gli infiniti tavoli tecnici con Amiu, Polizia municipale, Assessorati vari, Sindaco. La stessa istituzione delle ultime aree a pagamento (strisce blu) all’interno del Borgo, era stata individuata come soluzione temporanea – in attesa di poter realizzare altri percorsi – per incentivare la rotazione dei posti auto; intervento che di fatto a nulla è servito, come conferma la crescita di abbonamenti gratuiti e a pagamento a favore residenti e dei lavoratori”.
“Da tempo Confcommercio chiede di organizzare occasioni di approfondimento sulle tematiche della mobilità urbana, come sintesi delle diverse esigenze collettive:  del trasporto pubblico e  privato, della sosta e della distribuzione delle merci. In più occasioni l’Associazione ha manifestato la propria contrarietà ad affrontare i singoli aspetti della complessa materia della mobilità senza avere un’idea complessiva dei  diversi bisogni. Intanto, nell’imminenza anche quest’anno vi è da affrontare l’emergenza Natale.
Nulla di nuovo rispetto allo scorso anno, allorché le richieste di Confcommercio restarono senza risposte, malgrado la perdita di 200  posti auto per la chiusura di piazza Carmine ed i cantieri di via Anfiteatro e Palazzo degli Uffici, a distanza di dodici mesi ancora tristemente in piedi,  se non addirittura fermi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche