Attualità

Taranto apre le porte alla sua storia più antica

Il programma del week end nell'ambito del progetto Puglia Open Days


Ultimo appuntamento di primavera con le aperture straordinarie e le visite guidate di Puglia Open Days, sabato 31 maggio dalle 20.00 alle 23.00, in occasione del lungo fine settimana della Festa della Repubblica.

Porte aperte a Taranto, capitale della Magna Grecia, e a Martina Franca, regina della Valle d’Itria.

Cresce intanto l’attesa per gli appuntamenti estivi. Tutti i sabati di luglio, agosto e settembre il ricchissimo calendario di attività di Puglia Open Days permetterà di ammirare la straordinaria bellezza dei luoghi d’arte e cultura più noti della regione con la possibilità di scoprire e visitare centri storici e monumenti meno conosciuti, non per questo meno affascinanti, fuori dai tradizionali circuiti turistici, in una Puglia ovunque veramente bella, unica e accogliente.

Lo rende noto un comunicato diffuso dall’Assessorato regionale al Turismo.

Sabato prossimo a Taranto, porte aperte al MarTa, Il Museo Archeologico, con visite guidate alle 20.30 e alle 21.30. La Città dei Due Mari racconta la sua storia più antica con l’apertura e le visite guidate dei siti della Taranto Sotterranea: le tombe a camera, la necropoli di epoca greca, l’ipogeo funerario nel Palazzo delli Ponti e la Chiesa ipogea Cripta del Redentore.

Per percepire la religiosità tarantina occorre varcare la soglia della Cattedrale di San Cataldo o ammirare i tesori custoditi nel Mudi, il Museo Diocesano. Gli itinerari “Città da toccare” e “Vicoli come cortili”, con raduno e partenza dall’ufficio IAT presso il Castello Aragonese, nei pressi del ponte girevole, permettono di compiere un tour nella Città vecchia lungo un percorso accessibile a tutti e con attività per i bambini.

Tra i luoghi aperti, anche il Castello Aragonese con le visite guidate a cura della Marina Militare.

A Martina Franca, patria del Festival della Valle d’Itria, apertura straordinaria e visite guidate del Palazzo Ducale e della Basilica di San Martino, due gioielli barocchi che si aprono al visitatore per stupire con il loro fascino, tra affreschi e fregi rococò.

Tutte le informazioni sul sito www.viaggiareinpuglia.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche