20 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 20 Ottobre 2020 alle 21:48:32

Attualità

Scampia incontra la Città vecchia di Taranto

Appuntamento con Don Aniello Manganiello, il prete che ha detto no alla camorra


PALAGIANELLO – Don Aniello Manganiello – il prete che ha detto no alla camorra – i suoi giovani di Scampia e quelli del nostro Borgo antico s’incontrano, questa sera, al Castello Stella Caracciolo per mettere a confronto le loro esistenze.

L’evento, il secondo nell’ambito del cartellone della rassegna di storie di vita “Raccontami”, si configura come un momento di intimo raccogliemento durante il quale alcuni ragazzi di Scampia, insieme a quelli dei quartieri difficili come Taranto vecchia (sostenuta dalla Confraternita di Maria Addolorata) ed ai ragazzi della comunità di Nuovi Orizzonti, porteranno la loro testimonianza di “luce”.

Salito alla ribalta della cronaca per essersi opposto alla camorra, e aver deciso, di conseguenza, di stare dalla parte degli ultimi ed accanto alle famiglie piegate dalle mafie, Don Aniello continuerà, anche in questa occasione, a mettere in evidenza a forza del famoso quartiere alla periferia di Napoli.

“Raccontami”, lo ricordiamo, è l’agorà di “magnogreca” memoria che rivive di sensazioni che nascono dall’incontro con autori e uomini del nostro tempo. Il castello Caracciolo, è il faro dei sogni che incontrano la quotidiana realtà. Una cornice possente e luminosa trasformata in un palcoscenico di incontri e di storie di vita, di uomini e di donne, che si racconteranno in conversazioni aperte al pubblico di una terra intrisa di storia e tradizioni.

Una rassegna sociale dal forte impatto emotivo, comunicativo, relazionale che sceglie la lettura come suo feel rouge capace di offrire una nuova offerta turistica e una vetrina promozionale del tutto innovativa. Il Magna Grecia Awards, in sinergia con il Comune di Palagianello, che promuove e sostiene questo nuovo percorso, con la direzione artistica di Fabio Salvatore, hanno scelto il calore e l’intimità del Castello Caracciolo, come culla delle sue storie di vita. Lo stesso Sindaco, Michele Labalestra, insieme all’assessorato alle Politiche Sociali, retto da Maria Rosaria Borracci, ha voluto promuovere una nuova idea di incontro e racconto di tematiche legate alla cultura della vita.

Inizio ore 20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche