13 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Giugno 2021 alle 08:02:35

Attualità

Con il Bif&st Bari non è più tanto lontana da Venezia

Grande partecipazione per la kermesse cinematografica giunta alla sua sesta edizione


Bari come Venezia. Certo il paragone potrebbe sembrare un po’ forzato, ma il clima che si respira a Bari in questi giorni avvicina molto il capoluogo pugliese all’atmosfera della storica rassegna internazionale veneziana.

Protagonista anche quest’anno il Bif&st, la kermesse cinematografica giunta alla sua sesta edizione, che, per otto giorni, coinvolge alcuni cinema baresi (Teatro Petruzzelli e Multicinema Galleria) e diversi luoghi della città (Teatro Margherita, Ex Palazzo delle Poste, Cineporto di Bari, Sala Murat, Piazza del Ferrarese, Grande Albergo delle Nazioni), con incontri, lezioni di cinema, mostre, laboratori di scenografia per il teatro e la tv, laboratori di costumi, tavole rotonde.

E i cinasti, ancora una volta, hanno prontamente risposto: presente. Lunghe e pazienti code alle biglietterie e tanto, tanto entusiasmo per una programmazione capace di andare incontro ai gusti più diversi di un pubblico che è arrivato all’appuntamento con le idee chiare sui film da vedere. Lo dimostrano le sale gremite sin dalle prime programmazioni del mattino e fino a notte fonda.

Particolarmente apprezzate le retrospettive storiche, dedicate a Francesco Rosi, indimenticabile regista scomparso lo scorso gennaio, e a Fritz Lang, regista austriaco universalmente riconosciuto come uno dei maestri del cinema. Sugli schermi, vere chicche e rare copie quasi introvabili di questi due grandi Maestri, rappresentano soltanto un sostanzioso antipasto alla grande abbuffata pomeridiana e serale. Dalla sezione relativa al “Cinema Italiano”, che offre le migliori opere prime e seconde degli ultimi 12 mesi, ai documentari e ai cortometraggi, in concorso.

Esauriti in pochissime ore i posti per le proiezioni di Noi e la Giulia, Perez, Incompresa. A quella particolarmente apprezzata delle “Anteprime”, che propone alcuni tra i film più attesi della imminente stagione cinematografica italiana e straniera. Humanandroid (Chappie), Shelter, Lucia de B. (Accused), Miss Julie, Ex_Machina, Ho ucciso Napoleone, L’antiquaire, sono solo alcune delle pellicole che hanno riempito come non mai platea e palchi dei cinema ospitanti il festival.

In attesa dei nomi dei vincitori delle relative categorie di film (mancano ormai poche ore), scelti dalle giurie di appassionati e tecnici, nonché del bilancio per l’edizione del 2015, tracciato a chiusura dell’evento dagli organizzatori, si può dire fin da ora che un ulteriore passo in avanti sia stato percorso sulla strada del consolidamento di un giovane evento in costante crescita, anno dopo anno.

Insomma, Venezia non è più tanto lontana da Bari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche