24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Giugno 2021 alle 14:31:49

Attualità

E’ del Paraguay la Miss che vuole salvare le adolescenti dalle gravidanze indesiderate. Le foto

La serata finale di Miss Progress International. La bellezza non è tutto


Realizzare “consultori amichevoli” per sensibilizzare gli adolescenti a prevenire il fenomeno delle gravidanze indesiderate e delle trasmissioni di malattie sessuali. Grazie a questo progetto, Liz Arévalos, 21 anni, di Villarrica (Paraguay), studentessa universitaria di medicina, si è aggiudicata ieri il titolo di Miss Progress International, il concorso che esalta i progetti in favore dell’ambiente, dei diritti umani e della salute.

La nuova ambasciatrice mondiale del progresso è stata eletta nel Salento durante il gran galà realizzato ai bordi della piscina panoramica del “Messapia Hotel & Resort” di Santa Maria di Leuca, presentato da Justine Mattera e Angelo Mellone, organizzato dall’associazione culturale tarantina “In Progress” presieduta da Giusy Nobile e diretto da Giuseppe Borrillo.

Presenti il sindaco di Castrignano del Capo, Anna Maria Rosafio, e l’assessore al Turismo Fernando Marzo. La concorrente paraguyana, che in precedenza si era aggiudicata la fascia di Miss Progress Salute, ha vinto un contributo pari al 20% del costo totale del suo progetto per poterlo attuare.

Durante la finale sono stati assegnati altri titoli: Susanna Shkrabak degli Stati Uniti (Diritti umani), Kelly van den Dungen dell’Olanda (Ambiente), Laila Khan Niazi del Pakistan (Costume nazionale), Daiane Rosa del Brasile (Internet), e Neidy Robles del Messico (Integrazione culturale). Inoltre Tatiana Beaublanc di Haiti poserà per uno shooting di “Ago Italia”, mentre Leya Laska del Regno Unito sarà la testimonial del prossimo “San Vito Beer Fest”.

«In venti nazioni del mondo parlano di Miss Progress International – spiega Giusy Nobile, presidente di “In Progress” – come testimonia la corposa rassegna stampa che abbiamo ricevuto dai nostri direttori nazionali e come è verificabile anche sul web. Lavoreremo da subito per la prossima edizione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche