21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 15:24:44

Attualità

Santa Cecilia apre il Natale

Oggi processione e benedizione dei musicisti


Festeggiamenti in onore di Santa Cecilia.

Si è tenuta nei giorni scorsi la conferenza stampa di presentazione delle iniziative, organizzate dalla Diocesi tarantina, che apriranno le festività natalizie. Processione e benedizione.

Oggi, martedì 22 novembre, alle 17 dalla chiesa di San Giuseppe preghiera iniziale e processione; 18.30 Cattedrale Santa Messa presieduta dall’arcivescovo mons. Filippo Santoro. Al termine il simulacro e la banda ritorneranno in piazza Duomo per la benedizione dei musicisti e per degustare le pettole. La festa come ogni anno è offerta dalla grande orchestra di fiati Santa Cecilia ed è curata dalla parrocchia cattedrale e dalla confraternita di San Cataldo e Santa Caterina. Suona in Banda. Al via la Scuola di Banda nell’oratorio Città Vecchia.

Grazie alla sinergia fra le realtà ecclesiali dell’Isola (Parrocchia, suore Missionarie del Sacro Costato) e la banda Santa Cecilia in questi giorni sono aperte le iscrizioni della scuola di Banda dell’Oratorio Città Vecchia. L’iniziativa è inserita in un progetto più ampio. L’oratorio infatti vuole essere una casa che accoglie. Un luogo del cuore che assommi in sé una formazione integrale ed integrata. Un posto in cui venga presa in carico la persona nelle sue tre dimensioni esistenziali: corpo, anima e psiche. Una scuola che avvii alla vita o ne addrizzi il tiro quando ha preso strade misere. L’oratorio, in tempi di emergenza educativa, è la risposta mai banale ad esigenze e bisogni sociali e culturali e Taranto vecchia, con il quadro che abbiamo sopra descritto, ne ha estrema necessità. L’oratorio diventa un laboratorio di talenti. Prevenzione sociale, accompagnamento familiare, istruzione, sport, gioco, educazione civica al mondo reale e virtuale, avviamento al lavoro, diventano quindi gli aspetti fondamentali su cui incentrare le attività dell’oratorio.

La persona al centro e al di sopra di qualsiasi metodologia educativa, in un rapporto personale di crescita costante per chi anima l’oratorio e per bambini, giovani e famiglie che lo vivono.In questo contesto nasce il progetto della scuola di banda che si chiama appunto: suona in banda. Scuola di Musica finalizzata alla formazione della Banda giovanile Santa Cecilia di Taranto Città Vecchia. Iscrizioni aperte fino al 30 novembre presso l’oratorio Taranto Vecchia Chiesa San Giuseppe di via Garibaldi. Lunedí, Mercoledí e Venerdí dalle 17.00 alle 18.30.

Le lezioni si terranno ogni martedí e venerdí a partire dal 15 novembre alle ore 17.30. Presso Casa Acclavio delle Missionarie del Sacro Costato in Via Duomo Iscrizioni aperte a studenti di età compresa fra i 6 e i 19 anni. Quota di iscrizione e frequenza gratuita per i ragazzi dell’oratorio di Taranto Vecchia per i ragazzi di Taranto e Provincia è prevista una quota di iscrizione (10 euro) ed un contributo mensile (20 euro). Info Segreteria Scuola 3270626895 – 3407985612 Chi è costei che sorge come aurora? Esposizione di Quattro opere pittoriche mariane nel Cappellone di San Cataldo dal 27 novembre all’11 Dicembre.

Nei prossimi giorni sarà presentato il programma dei festeggiamenti dell’Immacolata, patrona di Taranto che avrà qualche arricchimento in questa edizione 2017. Nel frattempo si anticipa che nel Duomo di Taranto a partire da domenica 27 novembre alle 18 saranno esposte quattro pregevoli opere pittoriche di proprietà del Comune di Taranto, partner dell’iniziativa, e dalla pinacoteca del Villaggio Sant’Agostino in Martina Franca. Rimarranno esposte in Cattedrale fino all’11 dicembre. Si tratta di due tele del XVII – XVIII secolo provenienti da Palazzo di Città che il sindaco Ippazio Stefàno ha messo eccezionalmente a disposizione dei visitatori della cattedrale, provenienti dall’antico convento San Francesco, raffiguranti Maria Immacolata fra i santi Francesco e Chiara e l’Annunciazione dell’Angelo a Maria.

Da Martina Franca invece provengono altre due opere e precisamente dalla pinacoteca del Villaggio Sant’Agostino. Anche queste ospitano soggetti mariani e sono coeve delle tele tarantine. Si tratta della Madonna della Cintola o della Consolazione, raffigurante la vergine con in braccio il Bambino che porge a santa Monica la cintola mentre Sant’Agostino è in venerazione e La Madonna del Latte, tenera icona di Maria che allatta Gesù Bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche