18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Attualità

Insieme per i bambini

L’Anf lancia una raccolta fondi in favore dei piccoli dell’Abfo


«Il dramma che avvolge Taranto e i dati sulla sua emergenza epidemiologica riferita specialmente ai bambini sono un dato da tenere sempre presente, ma l’esposizione e a volte la strumentalizzazione di questa immane tragedia diventano l’alibi perfetto per chi ha responsabilità rispetto ai bambini vivi di questa città e che da anni invece attendono la dovuta attenzione.»

Così l’Associazione Nazionale Famiglie che, con sede a Taranto, si è sempre occupata in questi anni di stare accanto alle famiglie tarantine, rompe il silenzio che ha sempre caratterizzato il suo operato, per lanciare un grido di allarme nei confronti dei minori tarantini. «Una comunità che non si occupa di bambini ha già perso in partenza, non soltanto abiurando al sacrosanto diritto alla salute che oggi ci tocca ancora rivendicare con forza, ma dimenticando che senza bambini felici, acculturati, socialmente accolti – dice Patrizia Mignolo, presidente dell’Anf – sarà difficile costruire la comunità che a Taranto, più che in altre città dovrà compiere scelte di fondamentale importanza». L’Anf dunque puntualizza ulteriormente.

«La scienza, la politica, la sanità, la comunità tutta hanno il diritto-dovere di occuparsi degli inquietanti studi sull’esposizione all’inquinamento dei nostri bambini – dice la Mignolo – ma ha il diritto-dovere di occuparsi anche di quei bambini cosiddetti “normali” costretti invece ad una realtà urbana non solo inquinata, ma scarsamente sensibile ai loro bisogni. Non parliamo solo di bambini che vivono sotto la fascia di sussistenza e in condizioni di povertà materiale, ma anche di minori a cui non viene riconosciuto lo status di cittadino, senza servizi, senza spazi ludici gratuiti degni di questo nome. I nostri bambini hanno fame – dice la Mignolo – non solo di cibo, ma anche di cultura e sensibilità rispetto alle policy amministrative che dovrebbero riguardarli».

Su questi presupposti nasce il Progetto “Fame” che si svilupperà per tutto il 2017 e che avrà il suo primo significativo momento pubblico grazie ad una collaborazione con l’Associazione Benefica Fulvio Occhinegro che si occupa di accoglienza e solidarietà e intreccia i bisogni di circa 400 minori tarantini. A loro è dedicata la campagna di raccolta fondi e generi alimentari che l’Anf invita a considerare come una strenna natalizia solidale e che proseguirà fino al prossimo 6 gennaio 2017. Per donare info nella sede dell’Anf in via Cavallotti 149. Infoline 099.4535421 (scelta 3). Info su Facebook all’indirizzo www.facebook. com/anfassociazione/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche