27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 15:53:00

Attualità

​Il fascino senza tempo del Castello Aragonese​. Boom di visitatori

​I numeri forniti dalla Marina Militare in conferenza stampa: dal 2005 ben 750.000 presenze in un continuo crescendo​


Quarta attrazione tu­ristica dell’intera Puglia, secondo il noto portale TripAdvisor, con 749.913 visitatori dal 2005 al 31 dicembre 2017.

Un continuo crescendo: 10.265 presenze nel primo anno di apertura al pubblico (il 2005, appunto), sino alle 109.910 del 2016, record poi su­perato nel 2017 quando si è arrivati ai 117.404 visitatori. Gli stranieri sono stati 17.591. È stata la Marina Mili­tare a fornire, in conferenza stampa, i dati sul Castello Aragonese, tra­mite il Comandante Marittimo Sud, ammiraglio di Divisione Salvatore Vitiello, ed il Curatore del Castello, ammiraglio Francesco Ricci.

La stra­tificazione storica del Castello è fonte di ricerca che si aggiorna dal 2003, quando il personale della Marina ha avviato il restauro, sotto la supervi­sione della Soprintendenza, prima dell’apertura al pubblico; il primo nu­cleo del castello risale al 916, quando i Bizantini avviarono la costruzione della “Rocca” a protezione dagli attacchi dei Saraceni mentre bisogna arrivare al 1486 perchè Ferdinando II d’Aragona dia incarico all’architetto e ingegnere militare Francesco di Gior­gio Martini di ampliare il castello e di conferirgli l’attuale struttura. Il picco di visitatori nel 2017 appena chiuso si è registrato (20.968 presenze) ad agosto; molto buono anche il dato di aprile (19.392 visitatori).

Nel corso della conferenza, l’ammi­raglio Vitiello ha sottolineato che «quando si parla di Castello ho potuto notare l’espressione di fierezza e or­goglio nei tarantini; e questo non può che farci molto piacere. Significa che stiamo operando bene». E, proprio su TripAdvisor, le “recensioni” sul Castello sono pressochè unanimi. «Assolutamente da visitare, posto incantevole situato sul mare. Merita molto di più. Taranto é da riscoprire» scrive Felice L.; Bratislavo, di Sassa­ri, lo definisce un «imponente castello ben gestito e ben conservato. La visita è gratuita ed è guidata. Ogni circa due ore vengono organizzati i gruppi ed un militare esperto accompagna le persone nei vari ambienti su diversi piani della fortezza. Ci si affaccia nel­le bocche dei cannoni con suggestivi panorami sul mare grande e sul lato del ponte di ferro che collega l’isola alla terraferma. E’ una visita molto interessante».

Antonella P. di Tori­no parla di una «ottima esperienza assolutamente da provare. Grande competenza e professionalità della guida che con passione ci ha illustra­to la storia incredibile del Castello» mentre Daina C. di Catania rimarca come «una guida eccellente ci ha accompagnato per quasi due ore alla scoperta della storia di Taranto. Un viaggio nel passato imperdibile per apprezzare questa città».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche