10 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 07:32:34

Attualità

​Le Frecce Tricolori nel cielo di Taranto​

Il 29 giugno prossimo l’esibizione della Pattuglia acrobatica


L’ultima volta fu nell’ormai
lontano 1997.

Questa estate, però, i
tarantini torneranno ad alzare lo sguardo
al cielo per assistere allo spettaccolo delle
Frecce Tricolori.
Il 29 giugno prossimo infatti è prevista
l’esibizione della Pattuglia acrobatica
dell’Aeronautica Militare, in occasione
del giuramento degli allievi della Scuola
Volontari Truppa S.V.T.A.M. “313°Gruppo
Addestramento Acrobatico” è la denominazione
ufficiale del Reparto, nato il
primo marzo 1961 ma diretto discendente
di una tradizione di acrobazia collettiva
che viene fatta risalire agli ani ‘20, mentre
“MB.339A” è il velivolo d’addestramento
e attacco leggero – in dotazione al 61°
Stormo di Galatina – con il quale gli
allievi piloti dell’Aeronautica Militare
conseguono il brevetto di pilota militare
e che è l’aereo
delle “Frecce Tricolori” che ne impiegano
la variante PAN, provvista di impianto
fumogeno. Il nuovo reparto, denominato
Unità Speciale, venne costituito a Rivolto,
a pochissimi chilometri da Campoformido
che alla fine degli anni 20 aveva visto
nascere le prime pattuglie acrobatiche.

Il nucleo originario intorno al quale
si sviluppa l’Unità è la pattuglia della
Quarta Aerobrigata, già designata come
formazione “titolare” per il 1961. In effetti
i velivoli con cui, il 3 marzo, i primi sei piloti
assegnati raggiungono Rivolto hanno
tutti sulla coda l’emblema del “Cavallino
Rampante”. Sono CL.13 Sabre Mk.4,
ovvero la versione costruita su licenza in
Canada dell’F-86E della North American,
già impiegato dalle pattuglie “Cavallino
Rampante” e “Lanceri Neri”. Arrivano
altri piloti aeroplani e, il primo maggio,
quella che già si chiama Pattuglia Acrobatica
Nazionale è pronta per la prima uscita
ufficiale sull’aeroporto di Trento.

Il primo luglio il reparto diviene ufficialmente 313°Gruppo Addestramento
Acrobatico. Il primo MB.339 PAN viene
consegnato il 6 gennaio 1982, ma l’effettivo
“cambio in volo” alla pattuglia c’è
il 27 aprile, quando la base di Rivolto
è sorvolata da un’inedita formazione di
quattro vecchi G.91 e cinque MB.339.
Dopo le prime uscite a ranghi ridotti, già
nel corso della stagione 1982, le “Frecce
Tricolori” tornano ad esibirsi in formazione
completa 9+1.
Rispetto al G.91, l’MB.339 PAN è una
macchina più facile ed agile, che consente
di avere la formazione più vicino al
pubblico. Una prerogativa che permette
di apprezzare da terra sia il contenuto
professionale e tecnico di ogni evoluzione
sia la spettacolarità e l’armonia delle
manovre, “ritagliate” sulle prestazioni e
sulle caratteristiche del MB.339.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche