06 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Maggio 2021 alle 15:58:04

Attualità

​Madonna del Carmine, stasera la processione​

Stamattina la “professione” dei nuovi confratelli


E’ andato a Gino Lepore, fondatore
del gruppo scout di Taranto, il premio “Flos Carmeli”,
istituito per la prima volta quest’anno dall’Arciconfraternita
del Carmine.

Il riconoscimento
consiste in una somma di denaro che di anno in
anno i premiati decideranno a chi destinare: Lepore
ha devoluto il premio al Centro autismo e disabilità
correlate “Abc centro Aba” di piazza Immacolata.
La cerimonia di consegna è stata preceduta da un
concerto di musiche sacre dal titolo “Con gli occhi
di Maria”, dedicato alla Beata Vergine del Carmelo.

Intanto sono state 51, quest’anno, le richieste di
aggregazione giunte al pio sodalizio, che diventa
sempre più numeroso e con una significativa presenza
di giovani: in particolare 9 consorelle e 42
confratelli che (dopo un percorso di preparazione
religiosa, a cura del padre spirituale Mons. Marco
Gerardo, e vari incontri sulla storia e sulla vita della
Confraternita, tenuti dal Priore Antonello Papalia
e dai Maestri dei novizi) ricevono lo scapolare con
la scritta “Decor Carmeli”.
Stamattina, festa della Madonna del Carmine,
celebrazione eucaristica e la cerimonia solenne
di professione dei nuovi confratelli, presieduta da
Mons. Marco Gerardo; giro musicale per le vie del
Borgo del complesso bandistico “Giovanni Paisiello”
di Palagiano, diretto dal Maestro Rocco Cetera;
supplica alla Beata Vergine del monte Carmelo.

Nel pomeriggio, poi, alle 17.30 la celebrazione della
Santa Messa in piazza Giovanni XXIII. Quindi
alle 18.30 l’avvio della processione del simulacro
della Vergine, secondo il seguente itinerario: via D’Aquino, piazza Maria Immacolata, via Berardi,
via Anfiteatro, via Acclavio, scalinata della chiesa
del SS.Crocifisso (con l’omaggio ai Padri Carmelitani),
via De Cesare, via Anfiteatro, corso Due mari
(con sosta per ammirare lo spettacolo dei fuochi
d’artificio dagli spalti del castello Aragonese), via
D’Aquino e, intorno alle 23, il rientro nella chiesa
del Carmine.

Al termine della processione sarà rinnovato il rito
dell’offerta del cero alla Madonna del Carmine, di
recente ripristinato dall’Arciconfraternita, in ossequio
a quanto riportato nei primi statuti del sodalizio.
Confratelli e consorelle, ma anche tutti i fedeli
che lo vorranno, accenderanno un cero che sarà
deposto ai piedi della statua della Vergine, collocata
per l’occasione al centro dell’altare. Il servizio liturgico
del canto è affidato al Coro Monte Carmelo,
diretto dalla professoressa Anna D’Andria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche