Attualità

Vacanze aumenta il budget e per i più fortunati più giorni​ a disposizione

La voglia di ferie degli italiani e la capacità di spesa


i avvicinano le ferie e cresce la
voglia di vacanza da parte degli
italiani, che quest’estate saranno
un bel 10% in più a partire rispetto
all’anno scorso.

Non solo: cresce anche
la propensione alla spesa, che si aggirerà
mediamente sui 1.500 euro. E per i più
fortunati aumenterà anche la durata del
viaggio dai 10 ai 14 giorni.

Sono positive
le previsioni di Federturismo Confindustria
per questa stagione estiva.
«Il 68% dei vacanzieri – spiega a Labitalia
Gianfranco Battisti, presidente di
Federturismo – sceglierà il mare: quello
di Emilia-Romagna, Puglia e Sardegna,
ma anche l’Isola d’Elba per chi rimarrà in
Italia. Spagna e Grecia con le loro isole
saranno, invece, le località di mare preferite
all’estero».

«Sempre più persone si orienteranno, inoltre,
verso la vacanza natura per staccare dalla
routine e per potersi rigenerare più velocemente
alla scoperta di paesaggi mozzafiato,
con una particolare attenzione al turismo
responsabile».
Ma come prenotano le vacanza gli italiani?
«Nonostante nell’era di Internet il viaggiatore
punti molto sul fai da te – sottolinea Battisti – e
la consultazione del web sia diventata un’abitudine
consolidata per gli italiani di qualunque
fascia di età, il turismo organizzato gode
comunque di buona salute con incrementi
a due cifre. Il 40% dei nostri connazionali
preferisce affidarsi alle agenzie di viaggi per
l’ottimo rapporto qualità-prezzo, ma anche
per l’originalità delle proposte e per
la fiducia che si instaura con l’operatore».

Quanto al periodo prescelto, dice il presidente
di Federturismo, «contrariamente
al trend degli ultimi anni, assistiamo a una
ripresa delle partenze in agosto, anche se
da sempre ritenuto il periodo più costoso,
ma gli italiani sembrano non badare a
spese».
«Secondo quanto emerge dalle ultime
indagini, pur di non rinunciare al viaggio
estivo, sono sempre più disposti a pagare
la vacanza a rate. Lo dimostra il 30%
degli under 30 che nel 2017 si sono rivolti
alle banche per chiedere un prestito per
godersi la meritata villeggiatura».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche