Attualità

​Tarantini pronti ad abbracciare i Santi Cosma e Damiano

Mercoledì messa all’aperto e processione. Tra le iniziative: tornei sportivi, rappresentazioni teatrali e fuochi d’artificio ​


Tutto pronto per i festeggia­menti in onore dei Santi Medici. Oggi, domenica 23 settembre, si entra nel vivo delle celebrazioni per i Santi Cosma e Damiano con due iniziative che segnano la devozione e il cammino dell’antico sodalizio legato alla Madonna di Costan­tinopoli e ai due “Fratelli taumaturghi”.

Al mattino, nella chiesa di San Giuseppe, sarà celebrata la messa domenicale al termine della quale (intorno alle 9.45) il simulacro dei santi sarà portato, accom­pagnato dalla banda Santa Cecilia, sulla banchina antistante per la benedizione delle imbarcazioni e la consegna di un’immagine da conservare a bordo in segno di protezione dei patroni.

Nel pomeriggio, subito dopo la messa vespertina (intorno alle 18.15) tutti i confratelli e le consorelle in abito di rito, pregando il santo rosario, muoveranno in pellegrinaggio dalla chiesa di san Giuseppe, percorrendo via Nuova e via Duomo verso la Basilica Cattedrale per la benedizione dell’edicola votiva alla Madonna di Costantinopoli. Si tratta di una cornice e della nuova illuminazione che va a valorizzare l’altorilievo in pietra del secolo XV esposto alla venerazione in fondo nel piedicroce della navata sini­stra. L’opera proviene dall’antica chiesa di Santa Maria di Costantinopoli sita nei pressi del cavalcavia ferroviario a Porta Napoli. È una scultura pregevole che ritrae la Vergine Maria con in braccio il Bambino Gesù nell’atto di scambiarsi il libro delle Scritture. Questo intervento della confraternita va a valorizzare una scultura che, nonostante la sua bellezza e antichità, rimane poco conosciuta e notata all’interno del Duomo.

Lunedì 24 alle 17.30, nel corso della santa messa, la celebrazione eucaristica con l’unzione degli infermi e la benedizione degli “abitini”.

Martedì 25 alle 17.30 messa solenne con la professione di fede e l’aggregazione di nuovi confratelli e consorelle alla con­fraternita.

Mercoledì 26 alle 8, prima messa sul lungomare antistante la chiesa di San Giuseppe celebrata dal vicario generale mons. Alessandro Greco. Alle 9 messa solenne presieduta da mons. Emanuele Ferro, parroco della cattedrale e padre spirituale della confraternita al termine della quale saranno benedetti i ceri per la processione. Subito dopo partirà la tradi­zionale processione per le vie del centro storico. Dinanzi al Duomo San Cataldo vi sarà una breve sosta con la venerazione delle reliquie dei santi. Al rientro le sante messe saranno celebrate alle 17, 18, 19.

Il programma civile prevede iniziative che si terranno nel campetto della chiesa di San Giuseppe.

Fino al 22 settembre, attività sportive: 1° Torneo Santi Medici. 25 settembre: ore 20 – rappresentazione teatrale del gruppo San Giuseppe “Ce sorte d’eredi­tà”. Commedian in dialetto tarantino di Antonio Solito.

26 settembre: ore 20 – rappresentazione teatrale della compagnia La Rotaia: “Tre San Giuseppe e na Madonna sola”. Com­media in dialetto tarantino di Gianfranco Carriglio; ore 23.30 – fuochi pirotecnici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche