21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 07:06:02

Attualità

​Diritto umanitario, corso per gli operatori ​

Il procuratore Capristo ha richiesto la partecipazione della sezione di pg


MARTINA FRANCA – Si è tenuto presso
il 16° Stormo dell’Aeronautica Militare
il 103° Corso D.I.U. (Diritto umanitario
internazionale) per operatori internazionali,
promosso dalla Croce Rossa Italiana,
Centro di mobilitazione meridionale.
Il procuratore capo presso il Tribunale,
Carlo Maria Capristo, nell’ottica di un
miglioramento delle capacità professionali
e di un costante accrescimento operativo
del personale della Sezione di polizia
giudiziaria anche alla luce del mutato
contesto socio-politico e delle attuali e drammatiche emergenze umanitarie che
non escludono la provincia di Taranto,
ha richiesto e ottenuto dall’Ispettore nazionale
CRI, maggiore generale Gabriele
Lupini, la partecipazione al corso di personale
della Sezione di polizia giudiziaria
dei Carabinieri.

Il corso di Diritto internazionale umanitario
ha trattato le norme di diritto
internazionale in relazione alla protezione
delle cosiddette vittime di guerra o vittime
dei conflitti armati, include le regole che
in tempo di conflitto armato proteggono
le persone che prendono o non prendono
più parte alle ostilità e pongono limiti
all’impiego di armamenti, mezzi e metodi
di guerra.
La base fondamentale del diritto umanitario
è attualmente costituita dalla
prima Convenzione di Ginevra del 22
agosto 1864 e dalle quattro Convenzioni
di Ginevra del 1949 e dai successivi due
Protocolli aggiuntivi dell’Aja del 1977.
Il corso è diretto dall’avvocato Gerardo
Di Ruocco, ten. col. della Croce Rossa
Italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche