Attualità

Santa Chiara delle Pertose, un gioiello che l’Eni vuol valorizzare

Si tratta di un sito rupestre ancora poco conosciuto


Il sito rupestre di Santa Chiara delle Pertose presto sarà fruibile al pubblico. L’impegno in questo senso è stato assunto dall’Eni nel corso di un incontro che si è svolto nei giorni scorsi, presso la sede della stessa Raffineria ENI di Taranto, con le associazioni culturali Nobilissima Taranto, rappresentate dal presidente Carmine De Gregorio e dalla d.ssa Silvia De Vitis, e ArcheoGruppo di Massafra rappresentato dall’avv. Giulio Mastrangelo.

L’incontro, che ha visto la partecipazione del management della Raffineria, ha consentito di verificare il comune intento di pervenire alla piena valorizzazione del sito rupestre di Santa Chiara delle Pertose, attraverso la conoscenza del sito e la sua fruizione alla comunità locale.

Tale obiettivo nasce dalle numerose sollecitazioni pervenute da esponenti del mondo culturale e dell’istruzione, di cui le stesse associazioni si sono fatte portavoce. Io sito infatti pur avendo da sempre vasta eco per la sua importanza storica, artistica e architettonica, avendo attirato nei decenni trascorsi l’attenzione dei principali studiosi della storia dell’habitat rupestre delle gravine dell’arco ionico e del territorio della Città vecchia di Taranto, è ancora oggi scarsamente conosciuto.

Nel corso del cordiale e intenso incontro i rappresentanti della direzione della Raffineria, oltre ad aver accettato la richiesta di rendere fruibile il sito attraverso percorsi di visite guidate a cittadini e scolaresche, hanno anche accolto l’invito dell’associazione Nobilissima Taranto ad un’escursione nel circuito degli ipogei di Città vecchia. La direzione dello stabilimento ENI ha inoltre ribadito come tale impegno costituisca un ulteriore tassello nel percorso di avvicinamento alla comunità che ospita la Raffineria, anche attraverso la partecipazione attiva ad iniziative di elevato valore sociale e culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche