02 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 02 Dicembre 2020 alle 06:50:03

Attualità

​Borsa di studio “Marco Motolese”, ecco i vincitori​

​La XXIV edizione presso il liceo Aristosseno di Taranto


Consegnata la XXIV borsa di studio Marco Motolese in ricordo del giovane Marco presso il liceo Aristosseno di Taranto, scuola da lui frequentata. Il Club per l’Unesco di Taranto e l’associazione Marco Motolese, anche quest’anno, in collaborazione con gli insegnanti del liceo, hanno sviluppato la tematica “Conosciamo la Guardia di Finanza” che ben si inserisce nel percorso di educazione alla legalità condotto dalle due associazioni.

«L’Agenda 2030, infatti – dice la presidente Carmen Galluzzo – è un programma d’azione sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’Onu, ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile tra cui l’obiettivo 4 che è denominato Istruzione di Qualità, ben adatto al liceo Aristosseno attento alla formazione dei propri alunni. Negli anni scorsi si è più volte affrontato il tema relativo alla educazione alla legalità. La cultura della “legalità economica” conviene al singolo ed è patrimonio indispensabile per l’esistenza civile e la crescita della collettività».

Alla presenza, quindi, delle autorità religiose, civili e militari, della famiglia di Marco: Edmondo, Carmen e Massimiliano Motolese, il generale Nicola Altiero della Guardia di Finanza ha consegnato la borsa di studio a due alunni del Liceo giunti ex equo nella scelta della commissione presieduta dal dirigente scolastico Salvatore Marzo. «La commissione formata da insegnati e dai rappresentanti delle classi quinte hanno scelto tra le numerose relazioni che evidenziavano un loro compagno con doti non solo di amore per lo studio ma anche con valori di solidarietà verso gli altri e di amicizia, tutte doti possedute da Marco». I due allievi sono Alessia Iacca della 5a L e Gianluca Pace della 5a C.

«Alessia dicono i compagni, nella relazione presentata, si distingue per la sua voglia di approfondimento e ricerca per arricchire sempre più il suo bagaglio culturale … riesce a conservare umiltà, modestia e solidarietà proponendosi anche in azioni di volontariato. Il suo sogno divenire medico. Altruista, generosa e autentica in ogni sua manifestazione. Giuseppe Pace viene così descritto dai compagni: Ciò che lo contraddistingue è la sua disponibilità e la sua contagiosa allegria … Riesce a trovare soluzioni nelle problematiche di classe riuscendo a mettere da parte persino i propri problemi personali … sempre attivo in progetti scolastici come concorsi, iniziative volte alla promozione del territorio e della lettura sviluppando un buon rapporto con i compagni e gli insegnanti».

«Il generale Altiero – spiegano dall’associazione Marco Motolese – ha espresso il suo compiacimento ed il suo affetto alla città di Taranto, nel ricordo dei due anni trascorsi nel capoluogo jonico come Comandante Provinciale ed ha relazionato sulle azioni che questa forza armata, che dipende direttamente dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, svolge al fine di combattere evasioni fiscali, contrabbando e qualsiasi atto di delitto di natura economica contro lo Stato. Successivamente, il comandante provinciale dei Carabinieri Luca Steffensen ha rivolto il suo saluto ai presenti ma soprattutto agli alunni considerando che è a Taranto da pochi mesi elogiandone cittadini e paesaggio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche