Attualità

​Concerto di Pasqua a San Cataldo​

Domenica 21 aprile alla Cattedrale in Città Vecchia. Inizio ore 20


Si chiude domenica, 21 aprile,
con l’atteso “Concerto di Pasqua” il “Mysterium Festival”: alle 20 (ingresso 19.30)
l’appuntamento è alla Cattedrale di San
Cataldo. Protagonista sarà l’Orchestra della
Magna Grecia, diretta dal maestro Piero
Romano.

In repertorio
musiche di Antonio Vivaldi, fra i massimi
esponenti del “barocco”.
Del “prete rosso”, così soprannominato per
via del colore dei suoi capelli, saranno eseguite per orchestra e coro, diretto da Andrea
Crastolla, numerose sue composizioni.
Fra i solisti della L.A. Chorus Orchestra
della Magna Grecia: Valeria La Grotta
(soprano), Maria chiara Scarale (soprano),
Aurelio Schiavoni (controtenore), Leopoldo
Punziano (tenore) e Luca Simonetti (baritono).Fra i brani, il “Gloria”, una delle opere
più avvincenti e conosciute del musicista
veneziano: composta a Venezia nel 1708; il
“Dixit Dominus”, uno dei Salmi attribuiti
al Re David, fra i più cantati ed utilizzati
nella liturgia delle Ore. «Molto amato dalla
Chiesa antica e dai credenti di ogni tempo», secondo quanto dichiarato da Joseph
Ratzinger, che lo definisce «celebrazione del Messia vittorioso, glorificato alla destra
di Dio».

Opera realizzata nel 1730, ogni
singolo versetto del salmo corrisponde ad
uno dei movimenti dell’opera che Vivaldi ha
composto per soli, coro e orchestra.
Questo il programma (ordine di esecuzione
misto): I. Gloria in excelsis Deo, allegro;
II. Et in terra pax hominibus, andante; III.
Laudamus te, allegro; IV. Dixit Dominus
allegro; V. Virgam virtutis, allegro; VI.
Tecum principium, allegro; VII. Gratias
agimus tibi, adagio; VIII. Propter magnam
gloriam, allegro; IX. Domine Deus Rex
Celesti, largo; X. Domine Fili Unigenite,
allegro; XI. Dominus a dextris tuis, allegro;
XII. Judicabit in nationibus, largo; XIII. De
torrente, largo; XIV. Gloria Patri, andante;
XV. Sicut erat, allegro; XVI. Et in saecula
saeculorum, allegro; XVII. Qui sedes ad
dextram Patris, allegro; XVIII. Quoniam
tu solus Sanctus, allegro; XIX. Cum Sancto
Spiritu, allegro. Nell’occasione sarà consegnato il “Premio Mysterium Festival”, realizzato dall’artista tarantino, Giulio De Mitri: l’opera, intitolata “Ali”,
è una scultura cesellata a mano e laminata
in oro 1000/00. Il Premio sarà consegnato
da S.E. Arcivescovo Mons. Filippo Santoro
ad una personalità del mondo culturale ed
imprenditoriale che, a giudizio insindacabile
della commissione, si sia distinta nell’ambito
del sociale, con attività ed azioni meritevoli
di grandi attenzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche