Attualità

Contramianto: 200 casi di mesoteliona professionali legati a Ilva


Amianto

 

Nell’udienza di oggi 8 ottobre 2019 il GUP del Tribunale di Taranto Dott.ssa Rita Romano ha ammesso CONTRAMIANTO parte civile nel procedimento riguardante l’ipotesi di reato di dodici tra dirigenti, responsabili di reparto e medici dipendenti Italsider/ILVA imputati per le morti e malattie di quattro operai del Siderurgico tarantino , tre decessi per mesotelioma e un ammalato di asbestosi.

Il procedimento dinanzi al GUP proseguirà il 21 gennaio 2020 e dovrà stabilire se e quali imputati responsabili del siderurgico di Taranto andranno a processo per quelle morti e malattie causate dall’amianto.

Nell’ambito della Rete di Supporto Sociale CONTRAMIANTO continua registrare altri casi mortali di cancro legati alle passate esposizioni amianto in lavoratori ILVA/Italsider di Taranto, prevalentemente mesotelioma e tumore polmonare ma anche cancro alla laringe, una strage inarrestabile che colpisce anche altri organi, oltre ad altre patologie quali asbestosi , placche e fibrosi polmonari.

Secondo dati recenti in archivio CONTRAMIANTO ad oggi i casi di mesotelioma a Taranto hanno superato le 500 morti con oltre 200 mesotelioma professionali che sono legati a lavoratori diretti ed indotto del Siderurgico.

Tutti i dettagli nell’edizione cartacea in edicola domani mattina. Per leggere online a partire dalle 7,00 abbonati al prezzo di 60 euro l’anno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche