19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Attualità

Fim Cisl a Mittal: “Rendere competitiva la fabbrica in termini produttivi e ambientali”

Soddisfazione della Fim per il decreto immunità ilva

logo-fim-cisl
logo-fim-cisl

Il Segretario Generale Aggiunto Fim Cisl Taranto Brindisi, Biagio Prisciano lancia un avviso ad
Arcelor Mittal: ” Il tempo delle attese è terminato». «Occorrono coraggio e lungimiranza, la fabbrica necessita di un immediato rilancio».

Il segretario generale aggiunto della Fim Cisl Taranto Brindisi, Biagio Prisciano ritiene che il gruppo ArcelorMittal debba esprimersi in modo più incisivo in termini di occupazione e sviluppo industriale, sia per quanto riguarda il risanamento ambientale che la messa a norma degli impianti. «È giunto il momento di dare risposte concrete alla città e ai lavoratori. Ad un anno dal passaggio da Ilva ad ArcelorMittal – commenta Biagio Prisciano – ancora non si è registrato nulla di nuovo all’interno della fabbrica. È necessario un cambio di passo finalizzato alla riapertura degli impianti – come i Tubifici e più in generale la Laminazione, un tempo fiore all’occhiello del sito tarantino – ormai da anni fermi».

.Anche il decreto “Salva-Ilva” – dichiara Prisciano-è arrivato dopo una lunga e incerta attesa, scongiurando la chiusura dello stabilimento di Taranto minacciato da ArcelorMittal. La multinazionale ha incassato la norma sull’immunità del Piano ambientale, cancellata dal “decreto imprese”».

Tutti i dettagli nell’edizione cartacea in edicola domani mattina. Per leggere online a partire dalle 7,00 abbonati al prezzo di 60 euro l’anno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche