23 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Settembre 2021 alle 13:48:00

Attualità

System House, arriva a Taranto e assume 500 lavoratori

scritto da Annarita Digiorgio

sentazione System House
presentazione System House

Un nuovo grande investimento si è appena presentato a Taranto.
In un momento in cui tutto sembra fuggire da questa città, loro arrivano. E assumono 450 persone. Praticamente tutte del posto.
Un’azienda di oltre 40 anni di esperienza, con 2.600 dipendenti, 9 sedi in Italia, e mai un bilancio in rosso o una crisi aperta.
Ha appena aperto una succursale a Paolo VI. Ma non è la facoltà di medicina.

Si rischia non facciano notizia queste imprese, in una città segnata da crisi lavorative continue, tra cui gli ultimatum di queste ore, e una eterna spada di Damocle al collo. “Se anzicchè un più avessimo messo un meno, oggi sarebbero tutti qui” sembra aver capito già tutto di Taranto Agostino Silipo, proprietario e Amministratore Unico dell’azienda appena arrivata in città. “Ma contro tutte le aspettative noi siamo entusiasti di essere qui a Taranto, perchè in un solo mese abbiamo potuto verificare con mano che questa città è in grado di esprimere un lavoro quantitativo e qualitativo straordinario”.

Si è presentata ieri alla città, e ai dipendenti, System House, la nuova azienda che è subentrata a Teleperformance vincendo l’appalto triennale per il front office di Enel Energia. Uno dei piu importanti appalti per fornitura di call center in Italia. In particolare coprirà l’ufficio informazioni del Numero Verde.

Insieme all’Ingegner Silipo, l’amministratore della System Data Center ,Giulio Nicolardi, e il direttore dello stabilimento di Taranto Angelo Colabona. Hanno incontrato e festeggiato con tutti i dipendenti, alla presenza anche del Cliente, Enel, entusiasta della nuova commessa.

La System House, azienda italiana rispetto alla multinazionale uscente, si è aggiudicata ben tre lotti sbaragliando decine di avversari.

Ma ha riassunto tutti i lavoratori di Teleperformance. Parliamo di almeno 430 dipendenti tutti subentrati dalla vecchia alla nuova azienda. Persino quelli che in un primo momento avevano deciso di licensiarsi. E persino gli interinali, che non erano coperti da clausola sociale. Una scelta volontaria della Sistem House come il mantenimento dell’Articolo 18, scaturita dall’ascolto dei lavoratori.

I quali oltre a essere stati tutti quanti reintegrati, manterranno gli scatti di livello, le anzianità di servizio, il monte ore individuale, oltre alla stabilizzazione contrattuale a tempo indeterminato diretto di tutti i somministrati in staff leasing impiegati sulla commessa.

Non era scontato. E’ stato fatto. Una vertenza perfettamente riuscita. Anche meglio rispetto all’azienda uscente. Certamente, ci dicono i dirigenti della System House, è merito di Enel.
Infatti è stato il cliente nel bando a fissare tra i criteri di aggiudicazione la clausola sociale e la vicinanza della sede entro i 15 chilometri. Ma praticamente è adiacente alla precedente. Uno dei grandi capannoni nella zona industriale di Paolo VI. Per questo gli Amministratori tengono a ringraziare l’imprenditore Angelo Basile, proprietrio dell’immobile scelto dopo uno scauting sul territorio.
Una sede nuova e moderna, con tutti i confort necessari per i lavoratori, a partire dal parcheggio interno gratuito.

I nuovi dirigenti hanno gia incontrato singolarmente tutti i dipendenti, uno per uno, venendo incontro alle loro esigenze personali. Nella speranza se ne aggiungano presto altri.
“Siamo venuti qui per crescere” ci raccontano i due amministratori. “Non si fa un investimento del genere in una nuova città se hai intenzione di rimanerci per i soli 3 anni del bando. Noi vogliamo portare qui nuovi clienti. E da Taranto non ce ne andiamo più”.

In cantiere hanno gia messo l’apertura di un Centro di Ricerca e Sviluppo con l’assunzione di 20 esperti del posto per ideare nuovi lavori da realizzare a Taranto e poi mettere a modello per le altre sedi. “Entro fine anno presenteremo un nuovo progetto, e speriamo entro febbraio di avviare altre selezioni”.

Ma per prima cosa puntano sulla soddisfazione dei lavoratori attuali “sono loro che fanno l’azienda”. Che per esempio ha gia stipulato delle convenzioni locali con farmacie e banche per le agevolazioni ai dipendenti. Presto apriranno un asilo nido in sede per i figli dei lavoratori.

Non hanno avuto fino ad ora, auspicandole per il futuro, interlocuzioni con le realtà del territorio, nè istituzionali nè politiche. Solo un dialogo proficuo, sereno e produttivo con i Sindacati.

Abbiamo incontrato Gianfranco Laporta, Segretario Regionale Fistel Cisl Puglia, che ci conferma tutto entusiasta: “Le trattative sono state impegnative poichè non è facile immaginare che l’organizzazione del lavoro e le condizioni contrattuali possano essere traslate da un’azienda all’altra in maniera cosi semplice.
Abbiamo portato a casa sicuramente un risultato che ha consegnato con l’accordo siglato a Roma il 10 settembre 2019 oltre al mantenimento delle medesime condizioni contrattuali (art.18, scatti di anzianità, livelli, monte ore individuali) un importante fattore che presenta un carattere di differenziazione rispetto anche agli altri accordi sulle clausole sociali che si sono realizzati sul territorio Nazionale, e cioè la stabilizzazione di ben 102 lavoratori che prima di questo accordo erano con contratti di staff leasing. Altra nota positiva che sicuramente fa la differenza è la considerazione che la territorialità occupazionale è stata preservata. Infatti a riguardo si può dire che il capannone della RTI System House si trova a pochi metri dalla realtà aziendale di Teleperformance. Pertanto ai lavoratori oggetto della clausola il trasferimento non ha arrecato ulteriori disagi legati alle distanze, situazione che in altre clausole sociali invece ha creato non pochi problemi.
La RTI System House si è presentata con idee interessanti e volontà di investire sul territorio Tarantino in maniera innovativa.
Cogliamo positivamente questa opportunità, che per la nostra città in costante crisi vertenziale, con chiusure aziendali quotidiane ed uno sviluppo lento e non tangibile rappresenta una grossa opportunità che lancia senza dubbio un segnale di assoluta positività.
Invito a riguardo le istituzioni locali e la collettività a prendere per mano questa e nuove realtà imprenditoriali che si affacciano sul nostro Territorio, incoraggiandole ed accompagnandole passo dopo passo nel difficile percorso di start up.
Dico questo poichè si potrebbero realizzare delle politiche distrettuali dedicate ai contact center.
Considerate che nell’area industriale di Paolo VI, abbiamo oltre a Teleperformance ed alla RTI System House anche la Linkem, che offre servizi di customer service in-house.
Pertanto immaginare politiche di sviluppo che favoriscano l’insediamento e lo sviluppo di realtà aziendali come le medesime sarebbe interessante. Credo che si potrebbero sviluppare progettati atti a risolvere le problematiche comuni alle tre aziende ed ai lavoratori e si potrebbero mettere a fattor comune opportunità per tutte e tre queste realtà oltre che favorire l’insediamento di altre.
Infine – conclude il Segretario Regionale Fistel Cisl Puglia -il mio augurio va alla RTI System House che sta muovendo i suoi primi passi sul nostro territorio ionico, ed ai lavoratori che possano vivere al meglio questo cambiamento”.

Un’investimento importante, un’azienda produttiva e di successo, e una trattativa perfettamente riuscita che sostanzialmente si è stabilizzata senza interventi esterni. “In 40 anni e oltre duemila dipendenti non abbiamo mai aperto un tavolo di crisi al Mise” ci tengono a dire i proprietari.

Sembra strano sentirlo dire vivendo a Taranto in questi giorni. E’ il mercato che è in grado di tenersi da solo quando si incontrano aziende rosee, imprenditori attenti, parti sociali scrupolose e clienti corposi.

 

2 Commenti
  1. Silvana Benfante 2 anni ago
    Reply

    Ho apprezzato molto questo scritto! Taranto ha bisogno di essere supportata da imprenditori coraggiosi ed onesti! In ogni realtà lavorativa e non. …bisogna tenere presente che prima di essere identificata una matricola DEVE ESSERE RISPETTATA COME PERSONA)! GRAZIE GIANFRANCO LA PORTA ,PERSONA CORAGGIOSA UMILE E COMPETENTE GRAZIE SYSTEM HAUSE ! GRAZIE SYSTEM DATA CENTER !

  2. Aldo D'Angelo 2 anni ago
    Reply

    Ottima azienda complimenti, mi piacerebbe far parte di questa azienda come o cosa devo fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche