22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 15:58:24

Attualità

Pulsano, il Sindaco ritira candidatura per impianto di compostaggio

"Emiliano e il circo Barnum" inizia così la dura lettera del Sindaco di Pulsano Lupoli, di cui vi pubblichiamo un estratto. 

Il sindaco di Pulsano Francesco Lupoli
Il sindaco di Pulsano Francesco Lupoli

 

“Alla fine del 1800, il Circo di Phineas Taylor Barnum era famoso per la varietà delle attrazioni che offriva al pubblico. Ora quel circo secondo le cronache ufficiali è chiuso per sempre.

Ed invece, sembra essersi stabilito presso gli uffici della Regione, dove Michele Emiliano, in piena campagna elettorale, pare avere imbarcato nella sua Giunta tutto ed anche il suo contrario. Per migliorare anzi le attrazioni da offrire al pubblico (i pugliesi), ogni circense deve sapere impersonare più di un ruolo, perché (si sa) se pecunia non olet, i voti ancor meno.

Solo così si spiega quanto è avvenuto in questi mesi a proposito dell’impianto di compostaggio che doveva sorgere in territorio di Pulsano. 

Non contenti di avere mostrato assessori che erano “di governo” a Bari e si trasformavano in Masanielli di lotta quando nelle loro realtà dovevano difendere il proprio bacino di voti, oggi gli Emiliano-boys offrono lo spettacolo dell’assessore all’ambiente double-face, quasi quanto un impermeabile di Humphrey Bogart.

Abbiamo letto con sconcerto, ma anche con ilarità, le dichiarazioni dell’attuale assessore all’ambiente, il quale ha deciso di schierarsi contro se stesso: aveva pubblicamente votato a favore dell’impianto di compostaggio a Pulsano; ma ora, visto che ci sono le elezioni, dichiara di essere contrario a quell’impianto, alla faccia della coerenza. E’ cambiato l’assessore Stea, è cambiata la situazione ambientale, o semplicemente ci sono le elezioni? E Emiliano, che dice della attuale posizione di alcuni suoi assessori? Tace, o meglio parla d’altro, divaga, glissa, elude, si distrae…. E, come ultimamente spesso gli accade, di fatto non dice niente.

L’intento è quello della vecchia politica, di quella prima Repubblica che molti evidentemente silenziosamente rimpiangono: rallentare le operazioni e l’iter per l’impianto di compostaggio. Il tempo di fare arrivare le elezioni, prendere i voti dei cittadini, e poi procedere ad avviare l’impianto.

Senza dire che proprio in Regione vi è stato assenso all’impianto di Pulsano, ad oggi mai revocato!!!

Ma il Sindaco di Pulsano e tutta la maggioranza non sono disponibili a partecipare a queste sceneggiate.

E proprio per questo, abbiamo deciso di revocare definitivamente la manifestazione di interesse a suo tempo formulata per l’impianto di compostaggio.

Emiliano e i suoi sodali vadano altrove per dispiegare i loro giochi di palazzo e, soprattutto, si rivolgano altrove per completare la chiusura del ciclo dei rifiuti, che sarebbe poi un loro dovere istituzionale.

E, a proposito di politica, vogliamo lanciare una sfida. Nel nome della pressione ambientale di cui tutti ormai si riempiono la bocca, abbiate il coraggio di deliberare un atto che impedisca oggi e domani la realizzazione di impianti di compostaggio nella provincia jonica e, ancor peggio, ampliamenti degli stessi e/o delle discariche presenti nella nostra Provincia.”

Tutti i particolari nell’edizione di domani di Taranto Buonasera in distribuzione fin dal mattino. Per leggere  online basta abbonarsi al prezzo lancio di 60 euro l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche