29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 11:00:10

Attualità

Donatori di musica all’ospedale Moscati:  concerto per i malati

sabato 7 dicembre alle ore 18


 

La musica entra nell’Ospedale “Moscati” per portare sollievo a pazienti, medici, parenti e volontari

L’Associazione Volontari Ospedalieri (Avo), sezione di Taranto, organizza per sabato 7 dicembre alle ore 18, presso l’Auditorium dell’Ospedale “G. Moscati” di Statte, un evento  musicale dal titolo “Insieme per chi soffre”.

L’Associazione, come fa ormai da qualche anno, intende portare la musica all’interno della struttura sanitaria avvicinandola ai degenti e alle loro famiglie ed offrendo, al tempo stesso, un importante momento culturale rivolto a tutta la cittadinanza.

La serata, organizzata in collaborazione con Maria Addolorata Santoro, infermiera del Ss. Annunziata e poetessa per passione (conosciuta con lo pseudonimo di Airam) vedrà la presenza  della bravissima chitarrista tarantina Palma Cosa che si esibirà insieme a Matteo Spinelli alle percussioni e Titty Dell’Orco al flauto.

Alcuni ragazzi della Scuola “Don Milani-Pertini” di Grottaglie, che stanno svolgendo attività di alternanza scuola-lavoro all’interno del nosocomio tarantino, distribuiranno oggetti natalizi creati con le loro mani a tutti i degenti presenti. Gli stessi ragazzi ripeteranno questo rito il 23 dicembre dalle ore 16 nei reparti del Ss. Annunziata.

Il direttore generale dell’Asl Taranto, avv. Stefano Rossi, rivolge un plauso e un particolare apprezzamento all’iniziativa: “La musica non deve essere relegata in teatri o piazze ma deve essere libera di suonare ovunque: nelle strade, nei luoghi della gioia e anche in quelli del dolore. In questi ultimi anni stiamo lavorando molto sull’aspetto sociale della musica anche attraverso la collaborazione delle associazioni che operano all’interno delle strutture dei nostri ospedali e siamo davvero felici di confermarlo ancora una volta con questa iniziativa che va ben oltre gli aspetti musicali e che punta dritto al cuore dei degenti, dei familiari, degli infermieri e dei medici”.

«Il repertorio scelto per l’esibizione di sabato 7 dicembre – sottolinea Anna Pulpito, presidente dell’Associazione – vuole celebrare la musica che guarisce e dà sollievo e che, come un farmaco dell’anima, è rimedio alle ansie e alle sofferenze, riuscendo a far emergere la voglia di lottare, la gratitudine, la gioia e la speranza. Le note sanno risvegliare emozioni sopite, forza di volontà, ottimismo o semplicemente accompagnare la tristezza, fornendo un supporto emotivo per affrontare con più coraggio i momenti difficili”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche