Attualità

Arriva la classificazione A per il secondo seno di Mar Piccolo.


 

 

L’amministrazione Melucci esprime piena soddisfazione per questo obiettivo  raggiunto insieme a  tutte le istituzioni e gli attori economici del territorio. Finalmente nel 2020 gli operatori del secondo seno potranno immettere  i prodotti direttamente sul mercato, senza passaggio nello stabulatore ma soprattutto è un altro passo in avanti per debellare ogni pregiudizio sulla salubrità e la qualità della cozza tarantina. In piena armonia si sta lavorando sulla predisposizione di un marchio di qualità dei nostri mitili e con il Piano delle Coste del Mar Piccolo, che verrà adottato a breve in Giunta, definiremo la maglia produttiva di quelle acque.

 

Un tavolo per le risorse del mare si occuperà di accompagnare, definire e promuovere tutta la filiera produttiva all’interno di un progetto più ampio teso a valorizzare il settore della Blue Economy del nostro territorio. Nell’ambito di questo percorso di sostenibilità e di crescita sociale ed economica un supporto prezioso sarà assicurato dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus che, in virtù del protocollo d’intesa firmato con il Comune, intende avviare a Taranto il suo progetto più importante realizzando un presidio SLOW FOOD per la cozza tarantina.

1 Commento
  1. Fra 8 mesi ago
    Reply

    Adesso perché non provate ad esaltare la zona è completamente buia ,la sera se non fosse per lo specchio d’acqua che riflette i fari sembra un cimitero . Non so perché abbiamo questa capacità di non valorizzare ciò che è più interessante in questa città ,sembra che alla gente interessi solo bere nei duemila locali e buttare le bottiglie dove vuole .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche