Attualità

La CISL incontra l’Arcivescovo Filippo Santoro


 

Proseguendo nella tradizione consolidata dello scambio di auguri in occasione delle festività natalizie e di fine anno, il Gruppo dirigente della Cisl Taranto Brindisi ha incontrato mercoledì 11 dicembre Sua Eccellenza Monsignor Filippo Santoro, Arcivescovo di Taranto e Presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, il quale ha celebrato una Santa Messa presso la Chiesa di S. Antonio a Taranto.
Hanno partecipato alla celebrazione, Daniela Fumarola segretaria generale Cisl Puglia, componenti del Consiglio generale territoriale e di Segreteria delle Federazioni, operatori di Enti, Associazioni e Servizi, Attivisti, Collaboratori, Terminali Associativi, Segretari delle Unioni Sindacali Comunali, di Lega e Rappresentanti Sindacali Locali.
“La Sua presenza tra noi, in questo momento particolare della nostra comunità e di forte impegno sindacale ai diversi livelli della nostra organizzazione, è ulteriore impulso di positività, di testimonianza per agire in una comunità locale segnata da tante difficoltà, incertezze e, persino, paure – ha affermato il segretario generale Antonio Castellucci nel suo indirizzo di saluto all’Arcivescovo – anche per questo dialogo, proposta, collaborazione, contrattazione sociale, sono valori irrinunciabili che Lei continua a ribadirci e che trovano spazio anche nel nostro mondo.”
Castellucci ha evocato l’impegno incessante della Cisl con le rispettive Federazioni nella “ricerca continua di proposte e di soluzioni delle tante vertenze territoriali, condividendo anche percorsi con associazioni laiche e religiose impegnate nel sociale, come per esempio il Forum delle Associazioni delle Famiglie, il Progetto Policoro, il Forum Sviluppo Sostenibile Taranto BES City e associazioni del volontariato”.
Continuerà con determinazione sul territorio, ha proseguito “il nostro contributo di idee e di proposte radicate nei principi valoriali della Cisl, che sono il rispetto per ogni persona, il dialogo, la partecipazione, la coesione, il pluralismo, la corresponsabilità, l’inclusione, l’accoglienza, la prossimità, con grande attenzione alle periferie intese come luoghi e come realtà sociali ed esistenziali.”
Mons. Filippo Santoro ha ricordato con riferimento a Ilva “le apprensioni che vivono da diversi mesi i lavoratori diretti, indiretti e dell’appalto e le fortissime preoccupazioni delle rispettive famiglie per il loro futuro” e ringraziando la Cisl “per la sensibilità sempre dimostrata in ordine alle molteplici vertenze che attanagliano il territorio e per l’evidente ispirazione dei suoi dirigenti alla Dottrina sociale della Chiesa” ha aggiunto che “quanti sperano nel Signore acquistano forza, corrono senza stancarsi, camminano senza sforzarsi, perciò non vi scoraggiate ma come dice Gesù ‘imparate da me che sono mite e umile di cuore’”.
L’Arcivescovo ha infine esortato i presenti ad “essere sempre fattori di unità per il bene comune, con la consapevolezza che la vera energia alternativa è l’amore di Dio.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche