Attualità

Ilva, custode giudiziario in fabbrica: il 18 gennaio la colata della salamandra

Fino ad allora resta a 4.800 tonnellate di carico

Altoforno 2
Altoforno 2

Sabato 14 dicembre Barbara Valenzano, custode giudiziario dal 2012 dell’area a caldo Ilva, si è recata in fabbrica per consegnare il cronoprogramma per l’avvio dello spegnimento dell’altoforno 2, cosi come stabilito, salvo ulteriori provvedimenti, dal giudice del Tribunale di Taranto. 

Il cronoprogramma prevede per ragioni di sicurezza che l’impianto dovrà mantenere un livello minimo produttivo di 4.800 tonnellate al giorno «atto a garantire un regime termico adeguato al colaggio della salamandra», consistente nella foratura del crogiolo e nel colaggio degli ultimi fusi. 

Questa procedura potrà iniziare solo il il 18 gennaio 2020, quando “sarà completata la fase di abbassamento carica dell’Altoforno”.

Nel frattempo i legali di Ilva in As dovrebbero presentare il ricorso al Tribunale del Riesame, che ha disponibilità calendario udienze il 30 dicembre e il 7 gennaio.

Ricordiamo che questo iter tecnico è lo stesso già consumato la scorsa estate, quando l’impianto era gia in avviata fase di spegnimento a seguito della decisione del Tribunale poi ribaltata dal riesame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche