Attualità

Massafra, revocata isola pedonale e calata della Befana

Una veduta di Massafra
Una veduta di Massafra

“Isola pedonale nel centro storico revocata, la calata della Befana annullata, davvero un inizio del 2020 pessimo per Massafra. I primi atti del nuovo decennio dell’amministrazione Quarto sono, ancora una volta, la prova di incompetenza e incapacità nel gestire la cosa pubblica. A pochi giorni dalla retorica  della pomposa e autocelebrativa conferenza di fine anno, la verità viene alla luce” lo comunicano I rappresentanti di Italia Viva Massafra, Angelo Notaristefano e Vito Miccolis.
“Dopo quasi 4 anni  di amministrazione, Quarto è assente politicamente e fisicamente nei confronti dei massafresi; è davvero il tempo di una nuova visione, di una nuova narrazione per Massafra. Il 2020 non può essere l’ennesimo anno delle promesse disattese, il 2020 non deve essere l’anno dei rimpianti , il 2020 non deve essere  l’anno della crescita zero della nostra Città. Massafra ha bisogno davvero di cambiare. Bisogna puntare sul lavoro, puntare sulle infrastrutture e sulla salvaguardia del territorio.
Abbiamo oggi più che mai bisogno di aprire anche a Massafra una nuova stagione politica, caratterizzata da un rinnovato entusiasmo e da una maggiore partecipazione al governo della cosa pubblica e alla gestione del bene comune. L’obiettivo principale è quello di far crescere la società proponendo le soluzioni più efficaci alle criticità esistenti o ai potenziali inespressi, per generare benessere collettivo e di lungo periodo.
Massafra e i massafresi chiedono di poter essere messi nelle condizioni migliori per esprimere tutta la propria bravura e potenzialità.
Noi di Italia Viva – concludono- vogliamo cambiare in meglio Massafra: magari dandole un’amministrazione capace che  le restituisca dignità e visione per pensare in Grande.
Buon 2020 Massafra, con l’augurio che si avvii il decennio della crescita di una comunità che torni a progettare e realizzare un mondo sostenibile e resiliente. Noi di Italia Viva ci impegneremo con tutte le nostre energie”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche