18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 18:16:49

Attualità

Puzza a Manduria, sommergiamo con email di protesta l’ufficio del Presidente Emiliano

L'iniziativa partita dal consigliere regionale Francesca Franzoso

Discarica - archivio
Discarica - archivio

 

“Sommergiamo con mail di protesta l’ufficio di Michele Emiliano.  Facciamo sentire la  nostra voce contro la disparità di attenzione riservata a  Monopoli e Manduria per la problematica odorigena.”
Lo dichiara – rivolgendosi ai concittadini di Manduria – Francesca Franzoso consigliere regionale.
“Per  Monopoli – prosegue Franzoso – la Regione ha attivato un tavolo tecnico permanente con Arpa, Asl  e Sezione di Vigilanza Ambientale regionale, per la “ tutela della salute pubblica”; nei giorni scorsi il tavolo si è riunito per la seconda volta e l’agenzia per l’ambiente  ha già avviato controlli a tappeto al fine di adempiere alle disposizioni della legge regionale targata Emiliano sul controllo degli odorigeni. Ora si attendono già i risultati  analitici di laboratorio
Per lo stesso problema a Manduria  non è stato fatto nulla.
Eppure sono sempre più numerose le segnalazioni da parte dei cittadini che parlano di aria irrespirabile e di una situazione insostenibile.
Credo sia giunto il momento di far sentire la voce di Manduria, iniziamo con il sommergere di  e-mail la casella postale del Presidente e rivendichiamo la dovuta attenzione”.

Di seguito il testo della missiva, che il consigliere Franzoso invita  a inviare  alla casella  di posta elettronica del presidente Emiliano.
DESTINATARIO: gabinetto.presidente@regione.puglia.it

OGGETTO: emissioni odorigene, Manduria non è città di serie B
“Gentilissimo Presidente, sono giorni che attraverso la stampa leggiamo titoli  come “puzze a Monopoli , la Regione a caccia delle fonti di emissione , vertice  a Bari con l’assessore Stea, che assicura l’impegno nella ricerca  delle cause.”
L’assessore  regionale alla Qualità dell’ambiente ha partecipato al secondo tavolo regionale permanente per le «puzze» nel territorio di Monopoli, istituito a novembre aggiornando sul lavoro effettuato e illustrando il proseguo. Per Monopoli sono stati avviati controlli e ispezioni. Si attendono i risultati analitici di laboratorio per mettere in campo un piano d’intervento.
Per lo stesso identico disagio, nonostante le continue denuncia dei cittadini di Manduria riportate anche dalla stampa, la Regione non ha mostrato alcun interesse. Poiché la pazienza sta per esaurirsi, anche in vista dell’atteggiamento di disparità riservato ad una cittadina rispetto all’altra, le chiediamo di avviare lo stesso tavolo tecnico  entro 15 giorni dal ricevimento della presente, trascorsi i quali , nostro malgrado,  organizzeremo  un presidio di protesta sotto la sua presidenza.
Cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche