17 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 19:58:19

Attualità

Italia in Comune Taranto: “straordinaria la nuova legge regionale sul randagismo”

Soddisfazione dei consiglieri comunali di Taranto Emidio Albani, Piero Bitetti,  Mimmo Cotugno e Vittorio Mele


“La nuova legge regionale sul contrasto al randagismo è un atto di straordinaria importanza perché finalmente detta regole ben precise in materia superando i limiti della vecchia normativa” lo dicono i consiglieri del gruppo Italia in comune al consiglio comunale di Taranto  Emidio Albani, Piero Bitetti,  Mimmo Cotugno e Vittorio Mele.

“Vengono definite le competenze della Regione e dei Comuni per la costruzione o il risanamento dei canili sanitari stabilendo inoltre i requisiti delle strutture di ricovero e gli obblighi dei gestori nella loro conduzione. Viene istituita l’anagrafe degli animali d’affezione e da parte di Regione e Asl è prevista la promozione della conoscenza dei metodi per il controllo della riproduzione degli animali. Una grande battaglia di civiltà che punta al benessere degli animali di affezione e alla prevenzione del randagismo   che ben si inquadra nelle politiche dell’amministrazione comunale in questo ambito. Presto infatti saranno realizzate “dog aree” in diversi punti della città all’interno delle quali gli amici a quattro zampe potranno sgambettare senza guinzaglio sotto la responsabilità dei proprietari e nel pieno riguardo degli altri frequentatori degli spazi pubblici . Il rispetto dei luoghi è uno degli altri temi sui quali abbiamo concentrato la nostra attenzione. Ed è con grande soddisfazione che notiamo un  numero sempre crescente  di proprietari di cani dotarsi di bottigliette di acqua e palette ecologiche per la raccolta delle deiezioni canine anche grazie all’importante opera di controllo svolta dalla polizia locale.

Un accresciuto senso civico che fungerà – concludono i consiglieri di Italia in Comune- da moltiplicatore di buone prassi che concorreranno a garantire un sempre maggiore livello di qualità della vita cittadina”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche