Cronaca

Bazar della droga nella sua abitazione


SONY DSC

MANDURIA – Scoperta dai carabinieri centrale dello spaccio. I carabinieri hanno arrestato un giovane manduriano che aveva trasformato la sua abitazione in una sorta di market” per lo smercio di hashish e marijuana.

I controlli avviati dai militari dell’Arma di Torricella, finalizzata al contrasto dell’uso di sostanze stupefacenti tra i giovani che negli ultimi mesi ha fatto registrare la segnalazione alla Prefettura di quindici persone e il ritiro di quattro patenti ad automobilisti sorpresi a guidare sotto l’effetto di stupefacenti, è culminata sabato sera nell’arresto di Mario Sgarra, 24enne già conosciuto dalle forze dell’ordine.

Il ragazzo già da tempo si era dato allo spaccio di hashish e marijuana, con base logistica nella sua casa che è situata ad Uggiano Montefusco.

I carabinieri della caserma di Torricella da diversi giorni, sia nelle ore pomeridiane che in quelle serali, si erano appostati nei pressi dell’abitazione del ventiquattrenne ed avevano notato un andirivieni di giovani sospetti , fra i quali alcuni conosciuti come tossicodipendenti.

Domenica mattina, alle 8, i carabinieri mentre il giovane stava riposando, reduce dal sabato sera, si sono presentati presso la sua abitazione e accolti da un suo familiare hanno proceduto a perquisire in sua presenza tutte le stanze dell’appartamento.

Nella camera da letto del giovane hanno rinvenuto 5.765 euro in contanti e circa 41 grammi di marijuana contenuti in un vaso in vetro. Droga e soldi erano sulla scrivania.

All’interno di un armadio invece erano stati celati quindici grammi di marijuana contenuti in una custodia in plastica e circa 8 grammi di hashish, suddivisi in tre tocchetti, che erano stati nascosti in una custodia portaocchiali, duecento bustine in cellophane riproducenti l’effige della foglia di canapa indiana e un bilancino elettronico di precisione.

Al termine dell’operazione il giovane è stato arrestato con l’accusa di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente e, a dopo egli accertamenti di rito, è stato trasferito nella casa circondariale di Taranto, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

I controlli antidroga disposti dalla Compagnia di Manduria proseguiranno anche nei prossimi giorni soprattutto lungo la litoranea jonico- salentina. Nel fine settimana poi saranno intensificati e nei presso dei locali più frequentati dai giovani.

Il Comando provinciale dell’Arma ha disposto controlli analoghi anche nel versante occidentale della provincia, specialmente nei vicino alle discoteche frequentate anche da gio vani che provengono da altre province pugliesi e dalla Basilicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche