Cronaca

Colpi di pistola contro farmacia di corso Italia


Colpi di arma da fuoco contro una farmacia di corso Italia. Stamattina il titolare della farmacia “Meliota” al momento dell’apertura ha notato la vetrata danneggiata. Ha immediatamente chiamato le forze dell’ordine. 

Sul posto sono interventi gli agenti della Squadra Mobile che hanno rilevato la presenza di scalfiture sulla vetrata del portone di ingresso della farmacia ed hanno ritrovato sul marciapiede antistante le “ogive” ovvero la parte retrostante dei proiettili. Cinque in tutto. Sul posto anche la scientifica per analizzare i proiettili.

Si indaga a largo raggio per capire cosa sia successo. Con molta probabilità il fatto è accaduto nella notte. Ora resta da capire se si sia trattato di un atto vandalico o di un avvertimento. La farmacia di corso Italia non era mai stata oggetto di altri atti simili finora.

L’episodio desta un certo allarme in città e va ad aggiungersi agli ultimi attentati registrati a danno degli esercizi commerciali. L’ultimo in ordine di tempo, il più allarmante, è quello relativo alla bomba fatta esplodere di fronte al mercato “Fadini” contro una sala giochi appena inaugurata.
Un attentato che, come si ricorderà, oltre a destare allarme ha provocato seri danni non solo all’esercizio ma anche alle automobili che erano parcheggiate in via Principe Amedeo e ad alcuni uffici comunali.

Non v’è dubbio che l’episodio di ieri notte confermi il grado di allarme e di preoccupazione da più parti segnalato a proposito dei rischi di una recrudescenza dell’attività criminale rispetto alla quale va detto che le forze dell’ordine stanno agendo quotidianamente.

Il livello di guardia non è oltrepassato, ma tuttavia occorre uno sforzo sinergico per evitare che questo rischio si traduca in fatti.
La vicenda non sfuggirà all’esame del prefetto Claudio Sammartino, che proprio nei giorni scorsi aveva chiamato a raccolta i responsabili delle forze dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche