18 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Maggio 2021 alle 08:41:07

Cronaca

Spazzino cercasi: raccolta firme in via Battisti


Quattrocento attività commerciali. Una delle aree più importanti della città. Eppure da via C. Battisti e dintorni si alza un coro di proteste per lo stato in cui versano le strade.

A farsi portavoce del malcontento raccolto tra i titolari dei negozi così come dai residenti è il presidente della delegazione di Confcommercio, Lelio Fanelli. «Subiamo una notevole carenza in fatto di pulizia delle strade. Mi riferisco alla presenza degli spazzini. Per quattro, cinque giorni, in alcuni tratti non si vedono proprio. Una situazione esasperante. In alcuni casi si è arrivati anche al diverbio, perché se vedi che per giorni ci sono le stesse carte per terra…».

La battaglia è solo agli inizi. Perché in zona è già scattata la raccolta firme, da portare all’Amiu. «Non è concepibile che dobbiamo arrivare alla sollecitazione per chiedere l’ordinario. Così si arriva all’esasperazione. Stiamo avviando una raccolta firme, proprio perché abbiamo rispetto delle istituzioni e si vuole evitare di arrivare allo scontro. Soprattutto in alcune zone: il tratto che da via Falanto arriva a via Orazio Flacco è quello più carente in fatto di pulizia. Su tutta via Battisti si alterneranno quattro, cinque spazzini. Io non posso che essere portavoce del malessere della zona. Raccolgo ogni giorno sollecitazioni in questo senso dai colleghi. Una problematica che, invece, in una zona commerciale come la nostra non dovrebbe esistere, un’area dove è anche facile trovare gente che passeggia. Non è un bel biglietto da visita». Al fianco dei commercianti si sono già schierati i residenti della popolosa zona commerciale: «Siamo sulla stessa barca, spesso i residenti identificano nei commercianti i loro interlocutori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche