25 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Gennaio 2021 alle 16:09:12

Cronaca

Nascondeva fucile e munizioni tra i cespugli


PULSANO – Nascondeva un fucile in una zona di campagna.

I carabinieri della stazione di Pulsano, diretti dal luogotenente Massimo Madia, hanno arrestato per detenzione di arma clandestina, Pietro Giaquinto, quarantacinquenne pulsanese già noto alle forze dell’ordine per reati in materia di armi e materiale esplodente e contro la persona.

In più occasioni i militari dell’Arma avevano notato l’uomo recarsi in un fondo agricolo situato sulla strada “Fragagnani” di Pulsano e fermarsi nei pressi di alcuni cespugli, come per sincerarsi che tutto fosse in ordine. I carabinieri avendo avuto il sentore che Giaquinto avesse nascosto qualcosa in quel luogo, hanno deciso di predisporre un servizio di appostamento. Hanno infatti rinvenuto, nascosto fra la vegetazione e all’interno di un tubo in pvc di colore arancio chiuso ermeticamente da un tappo in plastica, un fucile calibro 12, con marca e matricola limate e con il calcio modificato e 53 cartucce di vario calibro. Sono entrati in azione proprio mentre il 45enne stava recuperando arma e munizioni.

L’uomo è stato, quindi, condotto nella casa circondariale di Taranto, a disposizione del pm di turno, dott.ssa Ida Perrone. Il fucile sarà sottoposto a perizia balistica per accertare se sia stato utilizzato in episodi criminosi avvenuti di recente. L’azione di contrasto alla criminalità locale operata dai carabinieri nel versante orientale della provincia ieri mattina ha prodotto un ennesimo risultato.

Tutto a distanza di poco più di un mese dallo sventato attentato ad una nota gelateria situata sulla litoranea salentina che ha portato all’arresto di due persone residenti a Pulsano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche