05 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Agosto 2021 alle 00:03:00

Cronaca

Liberata la spiaggia di via del Tramonto


Potrebbe essere ribattezzata come Operazione Spiagge Pulite. L’hanno portata a termine ieri mattina gli uomini della Polizia Locale, Capitaneria di Porto e Questura di Taranto. Nel mirino la spiaggia di Via del Tramonto e la scogliera di via Mormore.

«Viale del Tramonto – si legge nella nota diffusa dalla Polizia Locale al termine dell’operazione – è finalmente libera e fruibile da tutti i cittadini. Lungo tutta la spiaggia, infatti, sono stati rimossi numerosi gazebo e diverse tende, allestite dai bagnanti per accamparsi nel periodo estivo. All’interno vi erano sedie, tavoli, frigoriferi ed anche cucine collegabili a bombole di gas e barbecue, costituenti un evidente pericolo per la pubblica incolumità».

«La rimozione è stata possibile – prosegue la nota – anche grazie all’ausilio del personale dell’Amiu che ha provveduto a tagliare lucchetti e catene posti a protezione delle varie masserizie. Due grossi mezzi dell’Amiu sono stati poi interamente riempiti ed utilizzati per il trasporto e la successiva distruzione delle stesse masserizie. Durante lo sgombero degli accampamenti sono stati, inoltre, effettuati controlli di Polizia Amministrativa ai due chioschi-bar presenti sul lato mare in prossimità della spiaggia. Entrambi i titolari erano regolarmente in possesso del Provvedimento Unico Autorizzativo rilasciato dal S.U.A.P.. Tuttavia sono state accertate irregolarità in merito alla superficie occupata. In particolare, mentre uno dei due titolari aveva occupato circa 40 mq in più per il posizionamento di qualche tavolo e sedia che rimuoveva immediatamente, l’altro aveva superato di circa 200 mq. l’area di 30 mq a lui concessa, posizionando oltre al chiosco autorizzato anche un mezzo mignon-bar, un gazebo di circa 4o mq destinato a deposito e dotato anche di un letto ed un rilevante numero di tavoli e sedie destinate alla consumazione sul posto da parte dei suoi clienti. Quest’ultimo ha liberato l’area dalle strutture dopo aver mostrato una certa resistenza».

I titolari dei chioschi-bar sono stati denunciati per violazione al Codice della Navigazione.

A ridosso della scogliera di Via Mormore, invece, da qualche giorno era spuntato un chiosco-bar senza alcuna autorizzazione. «Il titolare – scrive la Polizia Locale – aveva occupato circa 100 mq dello spazio demaniale e pertanto è stato denunciato e la struttura abusiva è stata sottoposte a sequestro penale». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche