x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 00:12:00

Cronaca

Banda dei sette. Condanne per settant’anni


Rapine, condanne per la banda dei sette. L’operazione dei carabinieri risale a dicembre del 2011. Sono arrivate in tarda mattinata le condanne per rapina e associazione a delinquere.

Oltre settant’anni di carcere, in totale, per i sette individuati come gli autori di colpi a tabaccherie, stazioni di servizio e gioiellerie.

Ed ecco le pene inflitte oggi: 15 anni per Giuseppe Scarciglia, 12 per Giuseppe Raimondi, 10 anni per Gaetano Corallo e Salvatore Giaffreda. Ancora, 8 anni a Cosimo Marino, Alessandro Marangi e Alessandro Marzia. Cade invece l’accusa di tentato omicidio, derubricata in lesioni; una decisione arrivata a seguito di una perizia di parte firmata dal dottor Italo Ricapito su richiesta dell’avvocato Luigi Danucci, tra i difensori degli accusati. Il collegio difensivo è composto anche dagli avvocati Salvatore Maggio, Angelo Masini, Biagio Leuzzi, Nicola Sarcinella e Giuseppe Argentino. 

Alla gang sono contestate una serie di rapine, dal 2010 sino alla fine del 2011.

Decisive si sono rivelate le intercettazioni grazie alle quali i carabinieri, ormai più di due anni fa, riuscirono a stringere il cerchio attorno agli autori dei colpi e dalle quali era emerso come i malviventi fossero pronti a tutto, anche a premere il grilletto, come effettivamente è avvenuto in un paio di episodi: colpi di fucile hanno raggiunto in una circostanza un cane randagio che li stava disturbando durante uno dei loro raid. In un’altra occasione avrebbero aperto il fuoco anche contro un rappresentante di preziosi. Episodio, questo, che aveva portato alla contestazione del tentato omicidio, poi rimodulata. I colpi accertati sono avvenuti alla Salinella, ai Tamburi, a Tramontone ed a San Giorgio Jonico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche