17 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 19:50:29

Cronaca

Incubo incendi, altra auto in fiamme


Fiamme e ancora fiamme: è l’incubo che sta turbando i sonni dei tarantini. Un altro rogo, in via Salinella, ha danneggiato un apecar (nella foto dello studio Renato Ingenito) chiudendo una settimana che su questo fronte si può definire drammatica, senza timore di smentita.

Al momento, non si può affermare se l’incendio che ha semidistrutto il treruote sia di origine dolosa o invece sia stato causato da un problema elettrico. Sul posto i vigili del fuoco. Ad ogni buon conto, rimane il dato della lunga scia di fuoco e fiamme che sta caratterizzando, purtroppo, la nostra città.

Ieri mattina si vedevano ancora i segni della notte di paura, su un palazzo di via Lago di Nemi, dove – intorno alle 2 – si sono vissuti momenti drammatici. Un cortocircuito ha mandato in fumo un camper, ma l’incendio avrebbe però potuto avere conseguenze decisamente più gravi, se non fosse stato anche per la prontezza dei residenti della zona. Che, dopo aver immediatamente allertato il 115, arrivato sul posto insieme alla polizia, si sono armati di secchi ed acqua, gettata anche dalle finestre, per tamponare l’emergenza, poi risolta dai vigili del fuoco. I quali, come detto, in questi giorni stanno davvero facendo gli straordinari: 24 ore prima dell’incendio del camper, ci sono state le fiamme in un appartamento di via Mazzini, per fortuna senza feriti. Ancora, la notte precedente, il raid in via Pisanelli, con cinque auto bruciate dai piromani.

Sono da attribuire al caldo torrido, invece, i diversi incendi di sterpaglie che costellano la provincia.

Le fiamme come emergenza estiva, quindi, siano caratterizzate da eventi naturali o dalla mano dell’uomo, volontariamente o per negligenza (cicche accese buttare sull’erba), tornano a fare davvero paura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche