26 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Gennaio 2021 alle 12:07:51

Cronaca

Drammatica ricerca di un’anziana


Nella tarda serata di domenica la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto è stata allertata da una giovane donna di Taranto che, rientrando a casa, non aveva trovato più sua madre.

L’anziana genitrice, affetta da ripetute crisi depressive, aveva scritto una lettera a mano in cui esprimeva i suoi propositi di togliersi la vita.

 

A questo punto è scattata una vera e propria mobilitazione per tentare di rintracciare la donna prima che fosse troppo tardi. La signora si era allontanata a piedi già da diverse ore. I militari, sulla base della semplice segnalazione telefonica, hanno immediatamente messo in atto il “Piano Provinciale per la ricerca di persone scomparse” istituito dalla Prefettura di Taranto.

Il piano prevede le ricerche in ambito nazionale con la diffusione, in tempo reale, alle circa 500 Centrali Operative dell’Arma, della “Scheda Persona Scomparsa” corredata da una foto. Le sofisticate strumentazioni tecnologiche hanno consentito poi di restringere il campo delle ricerche al centro cittadino, quartiere Città Vecchia – Borgo, allertando le numerose pattuglie in auto ed a piedi impiegate sul territorio.

Nel frattempo, i familiari venivano rassicurati, fornendo loro i primi positivi riscontri delle ricerche in corso. Intorno all’1 di lunedì la comunicazione “liberatoria”. La donna era stata rintracciata, stremata ed alla disperata ricerca di aiuto, nei pressi di piazza Ebalia. La famiglia apprendeva in diretta la comunicazione, mentre era ancora nella Stazione Carabinieri. Soccorsa e trasportata presso il locale ospedale SS. Annunziata, per le cure sanitarie necessarie, dopo alcune ore, ha potuto riabbracciare i suoi cari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche