Cronaca

“La ricostruzione di L’Espresso? Fantascienza”


TARANTO, 31/05/01 ILVA INTERNO IMPIANTI : FILTRI

“La ricostruzione fatta da L’Espresso su pressioni del presidente Vendola o della Regione per favorire le discariche private del Tarantino è solo fantascienza”.  Non usa giri di parole l’assessore regionale all’Ambiente, ed ex magistrato, Lorenzo Nicastro (nella foto).

Fedelissimo del governatore Nichi Vendola, Nicastro bolla come frutto di un ‘errore’ del giornalista Luca Piana – che firma per il settimanale del Gruppo De Benedetti l’inchiesta ‘Chi ce l’ha con mr Ilva’ – l’ipotesi che dietro la strenua opposizione di Vendola alla nomina di Enrico Bondi a commissario per il siderurgico ci sia proprio il nodo discariche. Così si legge sul numero attualmente in edicola de L’Espresso: “Vendola ha fatto pressioni perché il ministero imponga (per lo smaltimento dei rifiuti Ilva) l’utilizzo di tre discariche di proprietà privata, localizzate sempre nel territorio di Taranto.

Si tratta di quelle gestite da società che si chiamano Italcave, Vergine e Ecolevante, dove già vennero accolti i rifiuti arrivati da Napoli, quando Vendola offrì il suo aiuto per affrontare l’emergenza spazzatura in Campania”. Fantascienza, appunto, secondo Nicastro.

Che ribatte: “Sono assessore all’Ambiente da tre anni, e posso dire senza timore di essere smentito che mai verso le tre discariche in questione c’è stato un atteggiamento di favore. Semmai il contrario. Anche per quanto riguarda la vicenda dei rifiuti campani, quando dagli organi di controllo sono emersi degli aspetti non chiari, abbiamo fatto partire una diffida con sospensione delle attività nei confronti di Italcave e Vergine, che poi si sono rivolte ai giudici amministrativi. Mi sembra evidente che siamo di fronte a qualcosa di imcompatibile con atteggiamenti di favore o presunti tali”.

Nello specifico del caso Ilva, la Regione sbarra la strada all’utilizzo delle tre discariche private per lo smaltimento dei rifiuti del siderurgico? “A noi interessa che si proceda sui binari della legalità. E se si seguono le procedure corrette per l’utilizzo delle discariche interne allo stabilimento siderurgico, questa è la strada migliore possibile”.

Nel colloquio con L’Espresso, il senatore del Partito Democratico Massimo Mucchetti, presidente della Commissione Industria di Palazzo Madama, parla anche di “un partito opaco e sotterraneo che punta allo smantellamento dell’impianto, un esito che farebbe la felicità dei soggetti, talvolta legati alla malavita organizzata, interessati alle opere di bonifica”. Nicastro è tranchant: “Se Mucchetti è a conoscenza di fatti penalmente rilevanti deve rivolgersi alla magistratura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche