23 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

Cronaca

Caccia alla banda dell’est


GROTTAGLIE – Forze dell’ordine in azione per cercare i ladri che ieri mattina, a mezzogiorno, hanno messo a segno un colpo nel pieno centro di Grottaglie. Si cercano, infatti, gli autori del furto in un appartamento.

Secondo quanto emerso dalle prime indagini, potrebbe trattarsi di un terzetto di rumeni o comunque cittadini dell’est.

I carabinieri, infatti, starebbero seguendo questa pista, venuta a galla dopo i primi accertamenti. I ladri che hanno agito ieri a Grottaglie, potrebbero essere tre rumeni. E non si esclude che siano gli stessi tre che la sera prima avrebbero agito indisturbati in una casa a Martina Franca e che starebbero seminando il panico in tutta la provincia ionica. Si tratterebbe di un vero e proprio allarme furti.

Il caso è deflagrato ieri mattina quando i malviventi si sono introdotti in pieno giorno in un appartamento della cittadina delle ceramiche. Sul posto sono intervenuti i carabinieri per i rilievi del caso. Gli investigatori hanno raccolto tutti gli elementi utili alle indagini.

Quello di ieri mattina non é certo un episodio isolato. Un vero e proprio allarme dunque, in quando i ladri stanno mettendo a segno diversi colpi, in modo spietato, a tutte le ore del giorno, in qualsiasi posto e a volte, anche con gli stessi residenti presenti in casa.

L’ennesimo fine settimana caratterizzato da furti. I cittadini iniziano a dire basta e a chiedere maggiori controlli. A Grottaglie l’allarme sicurezza era già scattato in seguito ai numerosissimi incendi di autovetture verificati nella cittadina delle ceramiche. Nelle scorse settimane i “topi d’appartamento” hanno colpito anche a Taranto, anche in questo caso in pieno centro, in particolare in via Pupino e in via Acclavio.

Anche a Talsano era scattato un vero e proprio allarme furti. Ce ne sono stati decine in poche settimane, tra la borgata e Gandoli. A colpire probabilmente la stessa imprendibile banda di ladri che da mesi non sta facendo dormire sonni tranquilli ai tarantini e ora anche ai residenti nella provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche