21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

Cronaca

In spiaggia per difendere il futuro del mare


I tarantini sono pronti a difendere lo jonio dall’assalto delle compagnie petrolifere. In prossimità del Canale Li Cupi/Ostone, sulla riva della Marina di Lizzano, infatti, ha preso vita la catena umana in difesa del Golfo di Taranto e del Mar Jonio contro le istanze di ricerca di idrocarburi avanzate presso il Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico. Una manifestazione, organizzata dai meet up del MoVimento 5 Stelle dell’arco jonico della provincia di Taranto. Lo rende noto un comunicato diffuso dagli organizzatori.

«I cittadini tarantini si oppongono a questo modello di sviluppo che ha condotto unicamente al mero profitto di pochi nel breve periodo, producendo solamente la devastazione del nostro mare e della nostra terra, unendo alla disoccupazione la distruzione delle possibili alternative di progresso – dichiarano iparlamentari del MoVimento 5 Stelle Maurizio Buccarella, Diego De Lorenzis, Giuseppe L’Abbate, Barbara Lezzi, Daniela Donno, Lello Ciampolillo, Giuseppe D’Ambrosio, Giuseppe Brescia, Emanuele Scagliusi e Francesco Cariello –. Le popolazioni joniche nel loro mare ripongono le proprie speranze di rinascita: pesca e turismo non possono soggiacere agli interessi delle solite multinazionali degli idrocarburi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche