11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 15:20:57

Cronaca

Discariche Ilva, il Sindaco scrive all’Arpa


«Si apprende dagli organi di informazione della prossima emanazione da parte del Governo centrale di un provvedimento recante norme per la realizzazione e l’esercizio di discariche di rifiuti pericolosi e non, all’interno dello Stabilimento Ilva di Taranto. Non può dunque non rappresentarsi preoccupazione e dissenso da parte di questa Amministrazione, ove queste disposizioni assumessero carattere derogatorio alle normative, anche di livello comunitario a danno della tutela ambientale».

E’ quanto scrive il Sindaco di Taranto, Ippazio Stefàno alla Direzione dell’Arpa Puglia, l’Agenzia per l’ambiente. 

«In questo contesto – aggiunge il Sindaco di Taranto – si chiede a codesta Agenzia, cui è demandata l’espressione delle compatibilità tecnico/gestionali, particolare attenzione nella valutazione degli effetti cumulati di tali impianti che incidono su aree già fortemente gravate. Naturalmente si fa sin d’ora espressa riserva di ogni eventuale iniziativa a tutela del territorio e della comunità tutta. Si resta in attesa di aggiornamenti».

Intanto sulla vicenda è intervenuto anche l’assessore regionale all’Ambiente, Lorenzo Nicastro: «Lungi da me la volontà di commentare o esprimere giudizi su una cosa che ancora non ho avuto modo di leggere e studiare, di una cosa sono certo: mi lascia molto perplesso il ricorso continuativo alla decretazione d’urgenza per dirimere le questioni che riguardano Taranto».

«E’ una cosa su cui ho molti dubbi – scrive l’assessore regionale – in virtù del fatto che ritengo necessaria una maggiore ponderazione e mi viene in mente un esempio: l’inserimento in Aia delle discariche interne ad Ilva come BAT (Best Avaible Techinologies) ci dava una certa garanzia in termini di conduzione delle stesse, di monitoraggio e di possibilità di intervento in caso di problemi. Da oggi non è più così”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche