21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Giugno 2021 alle 16:41:48

Cronaca

Lizzano al setaccio, già 200 perquisizioni


LIZZANO – Dopo l’escalation di attentati ai danni di esponenti politici il paese è ancora blindato. Continuano, infatti, senza sosta, i servizi di controllo attivati dai carabinieri del Comando Provinciale nel paese del versante orientale.

Le pattuglie dei militari della Compagnia di Taranto, della Compagnia di Martina Franca, della Compagnia di Massafra e dell’XI Battaglione Puglia, durante la scorsa notte hanno eseguito nove perquisizioni e controllato quarantanove soggetti sottoposti alla misura degli arresti domiciliari e alla sorveglianza speciale.

I carabinieri hanno, inoltre, sottoposto a controllo trentotto autoveicoli e identificato sessantasette persone.

I servizi di controllo che sono finalizzati ad intensificare l’attività di prevenzione e repressione dei reati su tutto territorio, proseguiranno nei prossimi giorni. In venti giorni i militari del Comando provinciale dei reparti speciali giunti da Bari, hanno già eseguito più di duecento perquisizioni sia personali che domiciliari. Intanto potrebbero portare ad una svolta nelle indagini i risultati eseguiti sulla Fiat Seicento, sequestrata dai carabinieri.

Le impronte rilevate sulla macchina sono al vaglio degli specialisti del Ris di Roma. Fondamentale potrebbe risultare anche la prova dello “stub” che è stata eseguita nell’abitacolo della macchina per accertare se vi siano tracce di polvere da sparo.

Gli investigatori del Comando provinciale attendono le comparazioni di impronte e il risultato della prova dello stub per poter chiudere il cerchio attorno agli autori degli attentati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche