16 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Ottobre 2021 alle 15:54:00

Cronaca News

Bevono birra in un circolo: multati gestore e avventori

foto di Il Commissariato di Grottaglie
Il Commissariato di Grottaglie

Bevono birra in un circolo: la Polizia di Stato multa il gestore e gli avventori. Gli agenti del Commissariato di Grottaglie nel corso di mirati servizi di controllo per il rispetto della normativa in materia di tutela sanitaria, mentre transitavano nel centro cittadino, hanno udito provenire da un circolo privato, all’apparenza chiuso, un forte vociare. Insospettiti e presumendo di trovare persone all’interno del locale i poliziotti hanno prima bussato insistentemente alla saracinesca ancora abbassata e poi hanno deciso di aprirla.

All’interno del circolo, come sospettato, hanno trovato il presidente del club privato, un grottagliese di 56 anni e ben altre 10 persone intente a consumare birra e a giocare a carte, senza le misure di protezione individuale. Tre di loro sono risultati gravati da precedenti penali. Tutti gli avventori sono stati identificati e sanzionati per la violazione delle disposizioni normative Anti-Covid. Sono in corso tutte le necessarie verifiche circa la legittimità della documentazione esibita dal presidente del circolo per l’adozione di ulteriori sanzioni amministrative. Controlli per accertare violazioni della normativa anticovid sono stati eseguiti anche dai carabinieri della Compagnia di Manduria.

Tre le persone sanzionate. Nel bilancio dei controlli dei militari dell’Arma anche un arresto, otto denunce a piede libero e nove segnalazioni alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti. I carabinieri della Stazione di Manduria, nel corso dell’attività, in esecuzione di ordine di carcerazione ha arrestato un quarantatreenne di Fragagnano, condannato a espiare la pena di sei mesi di reclusione perché riconosciuto colpevole di peculato e di violazione degli obblighi di assistenza familiare. Durante i controlli otto persone sono state segnalate all’autorità giudiziaria tarantina, poiché ritenute responsabili di diversi reati: quattro per porto di armi ed oggetti atti ad offendere; una per inosservanza dei provvedimenti di autorità; una per evasione; una per oltraggio a pubblico ufficiale ; una per atti persecutori. Come detto sono state segnalate alla Prefettura di Taranto tre persone per violazione delle misure urgenti di contenimento emergenza Covid-19 di cui una anche per la normativa sulla detenzione di ricci di mare, nonché altre nove persone trovate in possesso complessivamente di trentacinque grammi di marijuana, di quasi tre grammi di hashish e di cocaina. La droga sarà analizzata dai militari del L.A.S.S. del Reparto operativo del Comando provinciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche