21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

Cronaca

Cocaina nel circolo ricreativo. Un arresto


TARANTO – Cocaina in un circolo ricreativo dei Tamburi: un arresto della polizia.

Nel pomeriggio di ieri gli agenti della Squadra Volante hanno fermato con l’accusa di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, Cataldo Peluso, tarantino di trentadue anni già conosciuto dalle forze dell’ordine.

I poliziotti nel corso di mirati controlli nei circoli ricreativi situati nel quartiere Tamburi, sono entrati in una sala giochi di via Mannarini, insospettiti dalla presenza all’esterno di due telecamere e delle porte d’ingresso chiuse.

All’interno del circolo hanno notato subito un giovane seduto su un divano, che alla loro vista ha cercato di nascondere qualcosa.

Particolare che non è sfuggito ai poliziotti i quali dopo aver fatto alzare del divano il giovane hanno recuperato, occultato dietro lo schienale, un involucro di cellophane contenente cinque grammi di cocaina. Durante un accurato controllo all’interno del circolo ricreativo i poliziotti hanno rinvenuto, nascosti sempre sotto i cuscini del divano, altri quattro involucri con all’interno cocaina per un peso complessivo di 32 grammi.
Sul bancone del bar gli agenti hanno infine recuperato anche tutto il necessario per il confezionamento della sostanza stupefacente:una forbice, un bilancino di precisione, un accendino, alcuni pezzi di cellophane e due confezioni di sostanza da taglio.

Dopo quanto ritrovato, Cataldo Peluso, nelle cui tasche sono stati anche rinvenuti 95 euro, soldi ritenuti probabile provento dell’attività illecita, è stato dichiarato in arresto. Dopo le formalità di rito il trentaduenne tarantino è stato sottoposto ai domiciliari. Il circolo ricreativo, la sostanza stupefacente, il materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi e la somma di denaro sono stati posti sotto sequestro.

Nei giorni scorsi sempre gli agenti della Questura avevano arrestato un presunto corriere della droga che risiede nel rione Tamburi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche